Padova, città pilota del nuovo testo unico sulla sicurezza | Edilone.it

Padova, città pilota del nuovo testo unico sulla sicurezza

wpid-palazzo_ragione_pd.jpg
image_pdf

In attesa che le parti sociali recepiscano a livello nazionale le novità del Testo Unico in materia di prevenzione e formazione dei lavoratori, Confindustria e Cgil, Cisl e Uil di Padova hanno stipulato un accordo per intensificare le azioni di prevenzione e formazione e la cultura della sicurezza nelle aziende, in base al quale la città veneta si candida a laboratorio per l’applicazione delle nuove norme del suddetto testo. L’iniziativa giunge proprio in dirittura d’arrivo della ricorrenza annuale dalla strage della Thyssen, dove morirono sette operai, e con l’approvazione del Testo unico sulla sicurezza di cui il protocollo padovano vuole attuare in tempi rapidi le norme.

Il primo contenuto dell’accordo riguarda le 32 ore complessive per la formazione dei rappresentanti dei lavoratori sulla sicurezza. Dodici saranno sui rischi specifici presenti in azienda e le conseguenti misure di prevenzione e protezione adottate, oltre all’aggiornamento dei contenuti formativi in relazione a nuovi processi, tipologia di lavoro, caratteristiche degli impianti.

La formazione è stata organizzata sui rischi specifici, per aziende dello stesso settore o filiera, in modo da rendere concretamente fruibili da lavoratori e imprese le nuove disposizioni. Il protocollo valorizza le indicazioni del testo unico ed estende a tutti i dipendenti l’informazione sulla casistica degli infortuni e il piano di sicurezza adottato, utilizzando un’ora dell’orario di lavoro in conto formazione.

L’organismo paritetico provinciale sarà lo strumento per realizzare concretamente la prevenzione e per collaborare con le istituzioni che si occupano di sicurezza come Inail, Spisal e il sistema scuola. L’unica divergenza è arrivata sull’avviso comune per il controllo delle norme.

Copyright © - Riproduzione riservata
Padova, città pilota del nuovo testo unico sulla sicurezza Edilone.it