Occhi al sicuro | Edilone.it

Occhi al sicuro

wpid-20420_occhialisicurezza.jpg
image_pdf

Occhiali e maschere svolgono un ruolo fondamentale e insostituibile nella protezione individuale in tutti i cantieri; sottolineiamo che la protezione degli occhi con appositi dispositivi è sempre consigliata (anche quando non ci siano rischi apparenti), ma diventa fondamentale in presenza di lavorazioni specifiche: in primo luogo ovviamente la saldatura, ma anche tutte le lavorazioni che possono produrre proiezione di schegge o pulviscolo o gas e vapori.

E’ importantissimo conoscere bene le caratteristiche del dispositivo che si sceglie per proteggere l’apparato visivo (o anche il volto in caso delle maschere), caratteristiche che possono essere desunte dalla marcatura obbligatoria presente sui dispositivi di protezione sia sull’oculare stesso sia sulla montatura.

La marcatura è un codice composto da lettere e numeri che definiscono le caratteristiche di protezione del prodotto nel suo complesso e delle singole parti; composta al massimo da sette subcodici (non sono sempre tutti presenti), la marcatura individua livello di protezione dai vari tipi di protezione luminosa (valore seguito da una graduazione numerica), fabbricante del dispositivo, classe ottica del protettore (da 1 a 3 con livelli decrescenti da impieghi prolungati a impieghi brevi), livelli di resistenza meccanica (in ordine crescente S, F, B, A , campi di impiego (da 3 a 9), la presenza di eventuali trattamenti antiabrasione (indicati con il codice K) e, infine, la presenza di trattamenti antiappannanti (segnalati dal codice N).

Ovviamente oltre alla marcatura va verificato che i dispositivi di protezione siano marcati CE e che in genere siano privi di elementi sporgenti o di spigoli aguzzi, limitino il meno possibile il campo visivo (per non esporre il lavoratore a rischi di altro tipo) e siano disponibili in taglie e dimensioni diverse per adattarsi correttamente al profilo dell’operatore.

 In genere i dispositivi di protezione per gli occhi sono classificati in tre macro categorie che proteggono a seconda dei casi solo gli occhio o tutto il viso: occhiali, maschere e ripari facciali.

I primi possono essere a oculare singolo o a oculare doppio; nel primo caso l’occhiale è realizzato in un pezzo monolitico che protegge guance e sopracciglia e ha estensioni protettive laterali, nel secondo parliamo di protezioni del tutto simili ai normali occhiali da vista con montatura tradizionale e astine laterali, sulle quali possono essere montate protezioni aggiuntive.

In entrambi i modelli sono disponili oculari con filtri di protezione agli infrarossi o agli ultravioletti, oltre ovviamente al normale spettro di radiazione solare (che in cantieri posti a certe latitudini e nella stagione estiva possono diventare molto aggressive per gli occhi).

Ci sono poi le maschere, anche queste in due tipologie: a scatola o a coppa. Le prime hanno un oculare singolo inserito su montatura morbida e vengono fissate al viso tramite una fascetta elastica, quelle a coppa, generalmente utilizzate per applicazioni di saldatura, hanno un oculare doppio su una montatura, appunto, a forma di tazza. Le maschere a scatola possono essere indossate sopra gli occhiali da vista, cosa impossibile, invece, per le maschere a coppa.

Entrambi i modelli possono essere dotati di sistema di ventilazione.

Infine le protezioni facciali, necessarie quando sia indispensabile oltre gli occhi proteggere anche l’intero viso o grandi parti dello stesso. Essenzialmente si parla di ripari facciali generici e di quelli specifici per la saldatura. I primi sono realizzati in materiale plastico, senza soluzione di continuità e sono composti da una visiera stampata collegata a una protezione sopracciliare, fissate al viso da apposite fascette regolabili. I ripari per saldatura sono invece composti da uno schermo opaco che può essere fissato sulla nuca o tenuto in mano durante le operazioni di saldatura.

Gli elementi trasparenti inseriti in queste protezioni devono avere lenti stratificate con filtri anti ultravioletti e infrarossi in grado di proteggere completamente gli occhi del saldatore da lesioni alle cornee, al cristallino o alla retina.

Copyright © - Riproduzione riservata
Occhi al sicuro Edilone.it