Lavoro in quota e sicurezza: "Io non ci casco" | Edilone.it

Lavoro in quota e sicurezza: “Io non ci casco”

wpid-352_noncicasco.jpg
image_pdf

L’uso corretto dei dispositivi di protezione individuale (Dpi), le coperture e le misure di sicurezza che i lavoratori in quota devono conoscere e mettere in pratica sono le tematiche che l’opuscolo “Io non ci casco – manuale operativo per chi lavora in altezza” tratta approfonditamente. La guida è stata pubblicata sul sito interistuzionale Prevenzionecantieri e è giunta alla sua terza edizione, curata dalla Regione Veneto, dall’Azienda U.L.S.S. 15 “Alta Padovana”, Dipartimento di prevenzione – Servizio prevenzione igiene e sicurezza ambienti di lavoro (SPISAL).

L’obiettivo del manuale è fornire i criteri di un’efficace progettazione e pianificazione delle misure di sicurezza nei lavori in altezza a chi si occupa di coordinare la progettazione e l’esecuzione, alle imprese e ai capo-cantiere. L’analisi di singoli casi di rischio è il punto di partenza per fornire delle linee guida di un corretto sistema di sicurezza aziendale, che non può prescindere dalla formazione dei lavoratori. Questi i concetti fondamentali che ispirano l’opuscolo.

Oltre agli esempi pratici, vi si trova un capitolo dedicato alla redazione del fascicolo contenente le caratteristiche dell’opera e alla redazione del POS, Piano operativo di sicurezza. Schemi, grafici e decine di illustrazioni utili e immediate completano la guida.

C.C.

 Io non ci casco, manuale operativo per chi lavora in altezza

Copyright © - Riproduzione riservata
Lavoro in quota e sicurezza: “Io non ci casco” Edilone.it