La percezione del rischio al centro del progetto voluto dall'Inail di Trento | Edilone.it

La percezione del rischio al centro del progetto voluto dall'Inail di Trento

wpid-322_sicurezzalavorox.jpg
image_pdf

Una ricerca per valutare il ruolo della percezione da parte dei lavoratori del rischio di infortunio in ambiente lavorativo e il clima di sicurezza e soddisfazione del lavoratore. Il titolo del progetto è, infatti: “Soddisfazione del lavoratore e percezione del rischio sul luogo di lavoro”, per cui nei giorni scorsi hanno siglato un accordo il direttore provinciale dell’Inail di Trento, Fabio Lo Faro, e il direttore del Dipartimento di Scienze della cognizione e della formazione dell’Università di Trento, Roberto Cubelli.

Basata sulle metodologie della sicurezza comportamentale e dell’economia sperimentale, la ricerca si articolerà in questionari, simulazioni sul campo e studi in laboratorio. Lo svolgimento delle attività di misurazione individuale della propensione al rischio, del clima di sicurezza aziendale e della soddisfazione del lavoratore sarà garantita dalla Università degli Studi di Trento, attraverso il Dipartimento di Scienze della cognizione e della formazione ed avverrà per mezzo di interviste ai lavoratori del settore edile. Sarà coinvolto nella collaborazione il Centro di Formazione Professionale e Prevenzione Infortunistica dell’Edilizia della Provincia Autonoma di Trento (Centrofor), per realizzare le interviste anche durante i corsi di formazione sulla sicurezza organizzati.

La direzione provinciale dell’INAIL metterà a disposizione i dati infortunistici contenuti nelle proprie banche dati e si occuperà della diffusione dei risultati del progetto organizzando un convegno ad hoc.

I risultati permetteranno di fare luce sull’impatto che la soddisfazione individuale del lavoratore ha sulla percezione e propensione al rischio sul lavoro e potranno orientare le opportune strategie di intervento, che gli organi territoriali deputati alla prevenzione metteranno in opera per far fronte al problema degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali. I risultati della ricerca verranno diffusi in un apposito convegno e pubblicati su riviste nazionali ed internazionali.

Il direttore dell’INAIL Fabio Lo Faro sottolinea che “con questo accordo rafforziamo ulteriormente la collaborazione con il mondo universitario in attività di ricerca finalizzate al concreto sviluppo della prevenzione degli infortuni e della sicurezza nei luoghi di lavoro”.

C.C.

 

 

Copyright © - Riproduzione riservata
La percezione del rischio al centro del progetto voluto dall'Inail di Trento Edilone.it