Infortuni: aggiornata la Banca dati delle professioni | Edilone.it

Infortuni: aggiornata la Banca dati delle professioni

wpid-16121_389_BancadatidelleprofessioniInail.jpg
image_pdf

Nuove potenzialità per la Banca dati delle professioni, online sul portale dell’Inail nella sezione ‘Statistiche’: lo strumento operativo che, incrociando il patrimonio informativo dell’Istituto alla macro-nomenclatura dell’Istat, aiuta a comprendere i livelli di occupazione e di rischiosità del mondo del lavoro.

Aggiornata al triennio 2009-2011, la risorsa si colloca all’interno del Sip, il Sistema informativo sulle professioni, l’ampio progetto che coinvolge alcuni enti pubblici del Paese per condividere i propri database e renderli fruibili agli utenti.

A sottendere questa logica di interscambio è stata la definizione di un denominatore comune che ha permesso di dare uniformità a contenuti di fonte e di natura differenti. Lo standard selezionato sul quale connettere e condividere le informazioni è stato, così, la Nup, Nomenclatura delle unità professionali dell’Istat (edizione 2006), che consente di ricondurre tutte le professioni esistenti nel mercato del lavoro all’interno di un numero limitato di raggruppamenti.

Grazie a una serie di aggiornamenti, la Banca dati offre oggi maggiore chiarezza nell’analisi del fenomeno infortunistico. La Consulenza statistico attuariale dell’Inail ha rivisto la generale metodologia di imputazione dei dati dell’Istituto: un’operazione che oggi consente di ricondurre gli infortuni indennizzati (dei quali si conosce la mansione svolta dal lavoratore) anche alla professione secondo la descrizione della Nup. La possibilità di “dettagliare” la casistica relativa a ogni professione secondo tali variabili fornisce, inoltre, un punto di vista privilegiato e ancora più “solido” per l’analisi del fenomeno infortunistico.

La Banca dati provvederà, inoltre, all’elaborazione di report triennali sugli infortuni indennizzati e aggiornabili annualmente. Oltre alla serie storica triennale, il database fornirà anche statistiche di dettaglio relative all’ultimo anno di riferimento.

Copyright © - Riproduzione riservata
Infortuni: aggiornata la Banca dati delle professioni Edilone.it