Inail e Atecap per la sicurezza nel comparto del calcestruzzo preconfezionato | Edilone.it

Inail e Atecap per la sicurezza nel comparto del calcestruzzo preconfezionato

wpid-21253_getto.jpg
image_pdf

L’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (Inail) e l’Associazione tecnico economica del calcestruzzo preconfezionato (Atecap) rinnovano la loro collaborazione con la sigla di un accordo quadro triennale.

La nuova convenzione permetterà a Inail e Atecap di continuare la l’intesa già avviata nel 2008 che ha portato all’organizzazione di numerosi seminari formativi su tutto il territorio nazionale per gli operatori del settore, rivolti in particolare agli autisti di autobetoniere e agli addetti al pompaggio del calcestruzzo, le categorie a maggior rischio infortuni nell’ambito di riferimento, con il coinvolgimento di oltre 400 lavoratori.

Al centro del nuovo accordo 2013/2016, la definizione di specifici settori di intervento e piani operativi utili a identificare prodotti e soluzioni in grado di incidere concretamente sui livelli di salute e sicurezza dei lavoratori e dei luoghi di lavoro delle imprese operanti nel comparto d’interesse. Al riguardo, per dare massima diffusione e utilizzazione delle conoscenze e dei risultati conseguiti, nel rispetto della normativa, potranno essere avviate attività seminariali in ottica divulgativa.

Un altro importante punto attuativo è lo sviluppo e la sperimentazione di buone pratiche, sia di carattere tecnico e procedurale sia di tipo gestionale in termini di organizzazione del lavoro, che si accompagna all’elaborazione di Linee di indirizzo per l’implementazione di Sistemi di gestione di salute e sicurezza sul lavoro (Sgsl) per il settore, anche sulla base delle esperienze già acquisite.

Il settore delle costruzioni, infatti, nell’ambito del complesso dell’industria e servizi, ha registrato nell’ultimo quinquennio la più marcata contrazione in termine di denunce di infortunio (-45,6%). Nonostante ciò, si conta la più elevata quota di casi occorsi in occasione di lavoro rispetto agli altri settori dell’industria e servizi, 93,2% contro 84,2%.

Più nello specifico, il comparto che vanta il calo più consistente risulta essere quello relativo alle costruzioni di edifici (-55,0%), seguito dall’ingegneria civile (-43,4%) e dai lavori di costruzione specializzati (-41,7%) che, rappresentando il 60% del totale, attenua la contrazione dell’intero settore.

Copyright © - Riproduzione riservata
Inail e Atecap per la sicurezza nel comparto del calcestruzzo preconfezionato Edilone.it