In Sicilia nasce l'Osservatorio regionale sugli infortuni | Edilone.it

In Sicilia nasce l'Osservatorio regionale sugli infortuni

wpid-16214_288_sicurezza.jpg
image_pdf

L’assessore regionale per la Salute, Massimo Russo, e il direttore regionale dell’Inail, Giovanni Asaro, hanno firmato un accordo di programma per la costituzione e lo sviluppo dell’Osservatorio regionale sugli infortuni e le malattie professionali, previsto dal protocollo d’intesa sottoscritto tra i due enti.

L’obiettivo del nuovo organismo è quello di approfondire, attraverso il monitoraggio continuo, la conoscenza e la comprensione del fenomeno infortunistico nei vari ambiti lavorativi, al fine di sostenere politiche e interventi per la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro.

In particolare, l’Osservatorio avrà il compito di individuare i comparti a maggior rischio per settore produttivo e, conseguentemente, realizzare studi statistici in ambito regionale, provinciale e locale finalizzati alla creazione di un database centralizzato a livello regionale.

L’Osservatorio produrrà report periodici e costituirà un organismo di supporto tecnico – scientifico – epidemiologico per le attività del Comitato regionale di coordinamento in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e per lo sviluppo del sistema informativo regionale della prevenzione.

Con la nascita dell’Osservatorio sarà anche promossa la ricerca scientifica attraverso il coinvolgimento del mondo universitario siciliano sui temi della ricerca e dell’aggregazione statistica dei dati per finalità di prevenzione e per l’applicazione di sistemi di gestione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Per l’avvio delle attività sono stati stanziati 200.000 euro l’anno, che saranno coperti dai due Enti firmatari dell’accordo, mentre l’Osservatorio sarà gestito da un comitato tecnico-scientifico costituito da due componenti dell’Inail e due dell’assessorato regionale della Salute.

Nel contempo sono stati firmati altri due accordi con l’Inail. Il primo riguarda la realizzazione di campagne di comunicazione e promozione della salute e della sicurezza nei settori dell’edilizia, dell’agricoltura e delle malattie professionali come previsto dal piano regionale straordinario per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro. Il secondo accordo riguarda la promozione della cultura della sicurezza per gli studenti e gli insegnanti delle scuole medie superiori e degli istituti professionali.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
In Sicilia nasce l'Osservatorio regionale sugli infortuni Edilone.it