Gravi violazioni in materia di sicurezza sul lavoro: quando scatta la sospensione dell’impresa | Edilone.it

Gravi violazioni in materia di sicurezza sul lavoro: quando scatta la sospensione dell’impresa

wpid-16268_219_sicurezza.jpg
image_pdf

Il recente decreto legislativo n. 106/2009, introdotto il 20 agosto, ha portato significative novità in merito ai provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale, in particolare nell’articolo 14 del D.Lgs. n. 81/2008 recante “ Disposizioni per il contrasto del lavoro irregolare e per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori”.

Con la circolare n.33 del 10 novembre 2009 vengono forniti chiarimenti in ordine alla corretta applicazione del “nuovo” art. 14 costituendo l’unico documento cui riferirsi per la corretta applicazione del potere di sospensione, dovendosi ritenere superate tutte le altre indicazioni fornite nel tempo dallo stesso Ministero in ordine alla specifica disciplina normativa, oggi profondamente innovata.

In particolare nella circolare vengono fornite indicazioni sulla discrezionalità del provvedimento di sospensione da parte degli organi di vigilanza e i presupposti per l’adozione dello stesso provvedimento, che ricorrono solo nel caso di impiego di lavoratori “in nero” ( in misura pari o superiore al 20% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro) e in caso di gravi e reiterate violazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro.

La circolare chiarisce, inoltre, alcuni aspetti relativi agli effetti del provvedimento, alla sua revoca e alla possibilità di ricorrere avverso i provvedimenti di sospensione.

Scarica circolare

Copyright © - Riproduzione riservata
Gravi violazioni in materia di sicurezza sul lavoro: quando scatta la sospensione dell’impresa Edilone.it