Forza lavoro nei cantieri: dati Istat-Inail | Edilone.it

Forza lavoro nei cantieri: dati Istat-Inail

wpid-Cantiere_plus2.jpg
image_pdf

Il dato emerge da un’elaborazione Caritas su studi Istat e Inail, che offre una fotografia aggiornata del rapporto tra immigrazione e forza lavoro in Italia. Gli irregolari vengono quasi sempre ingaggiati “a giornata” in cantieri di più o nei cantieri d’Italia continuano a lavorare senza tutela oltre 160mila immigrati irregolari. particolare le periferie delle città di Piemonte, Lombardia e Lazio.

Secondo l’elaborazione Caritas, il solo settore edile occupa in maniera regolare 240mila lavoratori stranieri, quasi il 25% del totale degli addetti in Italia. Le regioni a più alto tasso di lavoratori stranieri sono la Lombardia, con 84mila unità, il Veneto, a quota 46mila il Lazio e l’Emilia Romagna, dove lavorano circa 32mila immigrati. Se si prendono in considerazione i lavoratori non regolari, le cifre crescono di oltre il 50 per cento. Secondo stime del Centro ricerche economiche sociali di mercato per l’edilizia e il territorio (Cresme), tra regolari e non, nel Paese i lavoratori stranieri nei cantieri si attesterebbero intorno alle 406mila unità. Il fenomeno sarebbe ancora una volta più rilevante al Nord ovest, dove lavorano 121.600 non italiani. Segue il Nord est con 101.700 unità e il Centro, a quota 81.200.

L’incidenza media dei soggiorni irregolari è più alta nelle isole, dove il 62,9% dei lavoratori sono irregolari. La quota scende 22,1% al Centro, attestandosi sotto il 6 per cento al Nord. Secondo dati diffusi dal ministero del Lavoro, inoltre, da dicembre 2006 a marzo 2007 si è registrato un boom di 30mila unità di lavoratori irregolari romeni. In questo bilancio, i cittadini romeni sono al primo posto quanto a tributo di sangue nei posti di lavoro. Nel 2006 le vittime di incidenti mortali sono state 1.280. Le morti bianche di immigrati assunti regolarmente sono state 141. Tra queste 30 hanno visto vittime romene. Seguono gli albanesi con 22 incidenti mortali e i marocchini, con 14 decessi sul lavoro. Nel 26,4% dei casi a rimetterci la vita sono donne.

Copyright © - Riproduzione riservata
Forza lavoro nei cantieri: dati Istat-Inail Edilone.it