Cosa si fa per la sicurezza degli edili? 5° Conferenza Nazionale del settore | Edilone.it

Cosa si fa per la sicurezza degli edili? 5° Conferenza Nazionale del settore

wpid-16469_SicurezzaEdili.jpg
image_pdf

Nel quadro delle manifestazioni d’interesse per il tema della sicurezza e dei diritti dei lavoratori assurto al centro dell’attenzione pubblica nell’ultima settimana per l’incidente tristemente noto nel cantiere della Sr-Ct (attenzione ancora richiamata il 28 giugno scorso dall’astenzione dal lavoro per un’ora degli edili in tutta Italia), riportiamo alcune iniziative in corso.

L‘ANCE (Associazione nazionale costruttori edili), tramite le dichiarazioni del suo direttore generale Carlo Ferroni, rende noto che per contribuire al raggiungimento degli obiettivi in tema di sicurezza sul lavoro, ha promosso l’introduzione di norme e controlli più severi, tramite l’avvio di una serie d’iniziative di concerto con i sindacati , la prima delle quali è stata la lotta al lavoro nero, per definizione l’anticamera degli incidenti. Nella stessa direzione va il cosiddetto Durc, ovvero “l’attestazione di regolarità contributiva delle imprese”. Per quanto attiene ai controlli, inoltre, vi sono i Comitati paritetici territoriali (Cpt) per la prevenzione infortuni che assicurano una vigilanza sulle imprese e sulle loro strategie. Per colpire il cosiddetto rischio di incidente del giorno dopo, inoltre, l’Ance ha reso obbligatoria la denuncia dell’assunzione almeno il giorno prima dell’ingresso in cantiere.

E proprio in tale ambito, venerdì 30 giugno, alle 8.45, si tiene a Napoli – nella Sala Italia del Castel dell’Ovo di Napoli, la 5° Conferenza Nazionale per la sicurezza dell’edilizia, promossa dalla Commissione Nazionale dei Comitati paritetici territoriali (CNCPT) per la prevenzione degli infortuni, l’igiene e l’ambiente di lavoro; commissione costituita e gestita pariteticamente dall’Associazione Nazionale Costruttori Edili (ANCE) e le Organizzazioni Sindacali nazionali dei lavoratori edili. L’evento riunisce i vertici dei cento organismi provinciali (CPT), nati per promuovere la sicurezza nei cantieri edili, definendo le linee programmatiche per lo sviluppo a rete dei Cpt ed una sempre più efficace azione sul territorio nazionale, grazie anche alla collaborazione sviluppata con numerosi Enti, tra cui l’INAIL, l’ISPESL ed il Coordinamento delle Regioni.
Durante i lavori della Conferenza, queste organizzazioni si porranno in una dimensione di dialogo con quelle istituzioni suddette che hanno un ambito d’azione più ampio che non quello strattamente edile.
L’apertura dei lavori è prevista per le 8.45, riprendono alle 14.30 con la partecipazione del Presidente della Regione Campania., Antonio Bassolino, e numerose altre autorità..

Sempre nella Regione Campania, per iniziativa dell’assessore regionale al Lavoro, Corrado Gabriele, sono state distribuite 15 mila copie di un vademecum per tutti coloro che operano nei cantieri di lavoro, come strumento di informazione e di formazione della cultura della sicurezza. La guida, realizzata in collaborazione con il coordinamento dei Cpt (comitati paritetici territoriali) della Campania e con l’Inail, contiene un questionario per verificare se gli adempimenti previsti per macchinari, ponteggi e norme igieniche siano stati eseguiti. Sempre per iniziativa dell’assessore Corrado Gabriele, la Campania ha chiesto al governo di riaprire il bando per gli ispettori del lavoro: quello già pubblicato prevede 780 posti, tutti al centro e nel nord Italia. In Campania servono almeno altri 100 ispettori, considerando che solo nella provincia di Napoli operano circa 200mila aziende del settore, in gran parte microdimensionate, dove è spesso diffuso il lavoro nero.
Anticipata anche l’intenzione di rendere la sicurezza sul lavoro una delle caratteristiche necessarie per accedere ai fondi, tramite una proposta di legge che si discuterà in consiglio regionale riguardante gli appalti. Questa vorrebbe che per gli importi inferiori ai 5 milioni di euro non si tenga conto solo del massimo ribasso ma anche della sicurezza.

Copyright © - Riproduzione riservata
Cosa si fa per la sicurezza degli edili? 5° Conferenza Nazionale del settore Edilone.it