Commissione di inchiesta del Senato sulle morti bianche | Edilone.it

Commissione di inchiesta del Senato sulle morti bianche

wpid-16454_logo_senato.jpg
image_pdf

Nuova iniziativa del Senato della Repubblica in materia di sicurezza del lavoro. Con deliberazione del 18 ottobre u.s., pubblicata sulla GURI n°248 del 234 ottobre 2006, viene istituita, ai sensi dell’art. 82 della Costituzione e dell’art. 162 del regolamento del Senato, una Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno degli infortuni sul lavoro con particolare riguardo alle cosiddette «morti bianche», di seguito denominata «Commissione».

La composizione della Commissione – disciplinata nell’art.2 – vede la presenza di venti senatori, nominati dal Presidente del Senato in proporzione al numero dei componenti i Gruppi parlamentari. Il Presidente del Senato nomina il Presidente scegliendolo al di fuori dei predetti componenti, e convoca la Commissione affinché proceda all’elezione di due vicepresidenti e di due segretari.

I compiti di detta Commissione – come indicato nell’articolo 3 – consistono nell’accertare:
a) la dimensione del fenomeno degli infortuni sul lavoro, con particolare riguardo al numero delle cosiddette «morti bianche», alle malattie, alle invalidità e all’assistenza alle famiglie delle vittime, individuando altresì le aree in cui il fenomeno e’ maggiormente diffuso;
b) l’entità della presenza dei minori con particolare riguardo ai minori provenienti dall’estero e alla loro protezione ed esposizione a rischio;
c) le cause degli infortuni sul lavoro con particolare riguardo alla loro entità nell’ambito del lavoro nero o sommerso e al doppio lavoro;
d) il livello di applicazione delle leggi antinfortunistiche e l’efficacia della legislazione vigente per la prevenzione degli infortuni, anche con riferimento alla incidenza sui medesimi del lavoro flessibile o precario;
e) l’idoneità dei controlli da parte degli uffici addetti alla applicazione delle norme antinfortunistiche;
f) l’incidenza complessiva del costo degli infortuni sulla finanza pubblica, nonché sul Servizio sanitario nazionale;
g) quali nuovi strumenti legislativi e amministrativi siano da proporre al fine della prevenzione e della repressione degli infortuni sul lavoro;
h) l’incidenza sul fenomeno della presenza di imprese controllate direttamente o indirettamente dalla criminalità organizzata.

Riguardo le modalità di funzionamento, finanziamento e durata in carica della Commissione, la deliberazione detta le disposizioni al riguardo negli artt. 5, e 6. “Le sedute della Commissione sono pubbliche, salvo che la Commissione disponga diversamente. L’attività e il funzionamento sono disciplinati da un regolamento interno, approvato dalla Commissione prima dell’inizio dei lavori (Art. 5. 1. )”. La Commissione dovrà concludere i lavori nel termine di due anni dal suo insediamento. Entro i successivi sessanta giorni la Commissione presenta al Senato una relazione sulle risultanze delle indagini (Art. 6. 1)

Copyright © - Riproduzione riservata
Commissione di inchiesta del Senato sulle morti bianche Edilone.it