Amianto: richiesta della Commissione Lavoro alla Camera | Edilone.it

Amianto: richiesta della Commissione Lavoro alla Camera

wpid-16316_pannello_amianto.jpg
image_pdf

Non sospendere le pensioni percepite grazie ai benefici previsti dalla Legge sull’esposizione all’amianto, fino a quando non si avranno elementi sicuri. Lo chiede la Commissione Lavoro alla Camera che ha votato il 26 novembre, all’unanimità, una risoluzione tecnica che impegna il Governo “ad assicurare che l’Inps non sospenda l’erogazione dei trattamenti pensionistici fino al definitivo annullamento da parte dell’INAIL su base di elementi certi ed incontrovertibili”. Il rischio di una possibile sospensione delle pensioni per amianto è legato all’inchiesta che i sostituti procuratori di Genova, Ranieri Vittorio Minati e Luca Sforza Azzarrà, stanno portando avanti in merito alle presunte irregolarità nell’erogazione di tali benefici. Nella risoluzione si chiede anche che i beneficiari delle prestazioni siano chiamati a restituire le somme ricevute soltanto in caso di dolo.

Il provvedimento è stato votato alla presenza del sottosegretario al Welfare Pasquale Viespoli, e sottoscritto dai capigruppo in commissione Lavoro: l’ex ministro del Lavoro Cesare Damiano (Pd); Nino Foti (Pdl); Davide Caparini (Lega); Teresio Delfino (Udc); e Giovanni Paladini (Idv).

Copyright © - Riproduzione riservata
Amianto: richiesta della Commissione Lavoro alla Camera Edilone.it