Settore edile: a Roma le imprese diminuiscono del 9% | Edilone.it

Settore edile: a Roma le imprese diminuiscono del 9%

wpid-11264_cantiereroma.jpg
image_pdf

Se la crisi del settore edilizio riguarda indistintamente l’intero territorio nazionale, nella Capitale sta avendo conseguenze pesanti. Sarebbero infatti diminuite del 9% le imprese edili a Roma e provincia solo nel 2011, con una riduzione degli addetti al settore del 20% e i salari del 27%.

E i primi dati relativi all’anno in corso non sono confortanti: per l’edilizia si preannuncia il quinto anno consecutivo in negativo, a fronte di una modesta ripresa solo del settore piccole ristrutturazioni (+1%).

Per discuterne, associazioni e sindacati si sono dati appuntamento presso la Sala del Consiglio della Camera di Commercio di Roma: al tavolo, presieduto da Acer, Cna Roma, Federlazio, Legacoop Lazio e i sindacati Feneal-Uil Roma e Lazio, Filca-Cisl Lazio, Fillea-Cgil Roma e Lazio, si commenta la pubblicazione di un documento contenente i dati allarmanti sulla crisi del settore edile, strategico per la Capitale e per la Regione Lazio in generale.

I gruppi individuano, tra le cause della crisi, la flessione delle ore lavorate e del numero dei bandi di gara, il crollo degli investimenti e la frenata delle compravendite immobiliari. A tal proposito, Cna (Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa) informa che le “associazioni e i sindacati lanceranno un appello alle istituzioni affinché accolgano le proposte contenute nel documento per un rilancio immediato di tutto il settore e del suo indotto”.

Tra queste proposte, la creazione di un tavolo permanente di confronto con le istituzioni per fronteggiare la crisi.

V.R.

Copyright © - Riproduzione riservata
Settore edile: a Roma le imprese diminuiscono del 9% Edilone.it