Resistenza al fuoco e ingegneria antincendio | Edilone.it

Resistenza al fuoco e ingegneria antincendio

wpid-Antincendio.jpg
image_pdf

Il settore della prevenzione incendi è disciplinato dai Decreti 16/02/2007 e 9/03/2007 che recepiscono le direttive CEE 89/106, e da un terzo dispositivo di legge, questa volta di ispirazione nazionale ed in vigore dal 20 agosto scorso: il Decreto 9/05/2007 (approccio ingegneristico alla progettazione antincendio).

I nuovi decreti, dagli estesi contenuti qui difficilmente riassumibili, hanno come comune denominatore il tentativo di rendere più scientifico e preciso l’approccio con la progettazione antincendio e più aderenti alla realtà le previsioni di progetto.

Il primo decreto, il D.M. 9/05/2007 riguarda l’approccio ingegneristico alla progettazione antincendio, cioè appunto una modalità più scientifica di approcciare il problema. Si tratta in definitiva di utilizzare dei programmi di calcolo e dei modelli di incendio che consentono di fornire dati numerici che esprimono ad esempio il rilascio termico del focolare, l’irraggiamento termico sulle strutture portanti o sulle persone, il livello da terra dei fumi opachi, ecc. Si applica facoltativamente nelle attività soggette ma non normate di tipo complesso e obbligatoriamente in caso di deroga sempre in attività complesse. Anche la scelta del software è parte del progetto e risulta determinante la premessa al progetto, che in questo caso la normativa chiama ‘sommario tecnico’, in cui si stabilisce il livello di sicurezza minimo.

La seconda normativa è il Decreto 16/02/2007 che insieme al Decreto 9/03/2007 va ad abrogare la circ. 91/’61 e sancisce modalità di prova e di classificazione della resistenza al fuoco delle strutture e dei prodotti da costruzione, cui sono richieste anche altre prestazioni rispetto a quelle fino ad ora previste (non solo R – E – I ma anche altre sigle che individuano la tenuta meccanica, la resistenza all’irraggiamento, la continuità di funzionamento durante l’incendio, ecc.), prestazioni sono molte e complesse.

Il decreto 9/03/2007 completa il precedente, definendo le modalità di calcolo del carico d’incendio e della classe dell’edificio. Il sistema di calcolo del carico d’incendio non si discosta molto da quello della circ. 91, anche se vengono introdotti nuovi parametri e coefficienti di riduzione. Anche i valori di calcolo non si discostano nettamente da quelli della circ. 91 ma la filosofia è diversa e alcuni punti sono ancora da chiarire, in particolare i coefficienti che riguardano i sistemi di spegnimento, le squadre antincendio, i contenitori. La tabella 5 che contiene i valori minimi di classe degli edifici in caso di calcolo con approccio ingegneristica, si presta anch’essa a più interpretazioni.

Questi nuovi decreti costituiscono un nuovo approccio alla disciplina della prevenzione incendi. Le novità introdotte richiedono un grosso sforzo per i professionisti del settore e anche da parte dei produttori per adeguare i prodotti ed eseguire nuove prove di omologazione. Anche nel caso dell’approccio Ingegneristico ci si scontra con una procedura di progetto più complessa e costosa e anche in fase di gestione dell’attività la gestione della sicurezza si complica, ma ha assegnato alla prevenzione incendi la dignità di una disciplina seria con standard elevatissimi.

Su questo importante tema, segnaliamo come occasione di aggiornamento, l‘incontro gratuito rivolto ai professionisti del settore antincendio ed ai tecnici progettisti operanti nella progettazione di sistemi fissi automatici di rivelazione, di segnalazione manuale e di allarme incendio, organizzato dalla Fondazione dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Torino in collaborazione con DEF Italia.

Si terrà Martedì 13 novembre 2007, alle ore 15,30, c/o la Sala Convegni Istituto Tecnico Pininfarina, Via Ponchielli, 16 – 10021 Moncalieri (TO), con il titolo “La Progettazione di Impianti di Rivelazione Incendio”.

Per altre informazioni su questo evento, consultare:
http://www.geometra.info/

Copyright © - Riproduzione riservata
Resistenza al fuoco e ingegneria antincendio Edilone.it