Venezia: affresco di Napoleone scoperto a Palazzo Loredan | Edilone.it

Venezia: affresco di Napoleone scoperto a Palazzo Loredan

wpid-15696_220_PalazzoLoredan.jpg
image_pdf

Una cerimonia d’inaugurazione ha restituito lo scorso 18 aprile lo storico edificio di Palazzo Loredan all’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti, organismo che negli ultimi anni ha voluto il recupero di oltre 8000 metri quadrati in 5 immobili. Questi interventi sono fino al 20 ottobre oggetto di una mostra che si prefigge, in particolare, l’obiettivo di raccontare ai visitatori le opere realizzate dall’Istituto Veneto nel decennio 1999-2009 attraverso un percorso che si svolge al pianterreno di Palazzo Loredan.

Gli impegnativi lavori edili affrontati dall’Istituto Veneto per migliorare la funzionalità e le condizioni di utilizzo dei propri immobili e mettere a disposizione degli studiosi e del pubblico spazi adeguati allo studio, alla ricerca e alla diffusione della cultura, sono illustrati nell’esposizione. Dall’acquisizione del Magazzino alle Zattere al restauro innovativo di Palazzo Franchetti, dal Deposito librario di Mestre al restauro di Casa Minich e di Palazzo Loredan, i supporti visivi mostrano le soluzioni applicate nelle diverse proprietà immobiliari dell’Istituto Veneto, permettendo di comprendere la realtà che si cela dietro alle quinte di un moderno cantiere di restauro e di ‘toccare con mano’ l’applicazione operativa della cultura e della tecnica del restauro ‘secondo’ C and C. Visitando la mostra e poi il palazzo si potrà ammirare la nuova sistemazione della collezione ottocentesca chiamata Panteon Veneto: creata nel 1847 su iniziativa dell’Istituto per celebrare i maggiori esponenti della storia e della cultura veneziana, si è arricchita nel tempo fino a raggiungere la sessantina di busti marmorei. Le sculture hanno ornato per decenni i portici di Palazzo Ducale e sono state poi trasferite in varie sedi fino al 1989, quando l’Istituto ne ha promosso il recupero.

Il restauro del Panteon Veneto ha modificato la disposizione tradizionale dei busti e le colorazioni dell’architettura, ospitandoli in una quinta di sapore teatrale e illuminandoli con sofisticati proiettori per creare l’illusione di un nuovo dialogo fra antichi saggi.

Da notare che nel corso dei restauri di Palazzo Loredan è stato anche scoperta una delle rare immagini di Napoleone rimaste a Venezia, un affresco di Giovanni Carlo Bevilacqua che si considerava perduto e che faceva parte di un ciclo pittorico celebrativo di Napoleone a Venezia. Vi è rappresentato il ritorno di Napoleone da Austerliz, la vittoria che determinò il passaggio di Venezia dall’Impero Austriaco al Regno d’Italia. Tra i personaggi ritratti accanto a Napoleone appare, secondo il recente parere degli esperti, Louis Baranguay d’Illiers, il generale francese che commissionò l’affresco e che all’epoca aveva dimora in palazzo Loredan.

Copyright © - Riproduzione riservata
Venezia: affresco di Napoleone scoperto a Palazzo Loredan Edilone.it