UNCSAAL al Made Expo 2011: Rapporto sul mercato italiano dell’involucro edilizio

wpid-9917_manuten.jpg

UNCSAAL, l’associazione confindustriale italiana del comparto dei serramenti metallici e delle facciate continue, ha pubblicato il Rapporto 2/2011 su mercato italiano dell’involucro edilizio. I dati sono stati presentati durante l’ultima edizione da poco conclusa a Milano del Made Expo 2011 ed hanno rivelato una tenuta del mercato dei serramenti metallici per i primi 9 mesi dell’anno, confermata dalle proiezioni dell’ultimo trimestre. Il valore del mercato mostra complessivamente una flessione del 18% nel triennio dal 2008 al 2011, pari al -1%, per un totale di 1950 milioni di euro.

Gli incentivi fiscali del 55%, che incidono per il 27% sui ricavi delle aziende produttrici di serramenti metallici, influenzano le previsioni dei risultati per il 2011. Le stime elaborate da Uncsaal, infatti, quantificano in 1.300 milioni di euro la domanda di serramenti generata dalle detrazioni fiscali. In particolare 520 milioni di euro sono riferibili alla domanda di serramenti metallici generata nell’anno in corso dal 55% e in 160 milioni di euro l’impatto sulla domanda di sistemi e accessori.

Flessione del 4% invece per le facciate continue, con un valore pari a circa 570 milioni di euro ed una flessione che si stima per la fine del 2011 del 10% del mercato.

Corrado Bertelli, il presidente Uncsaal ha definito MADE Expo come la vetrina più qualificata per cogliere i segnali di futuro, di un’industria che scommette sull’innovazione e sulla ricerca, ma anche la tribuna più autorevole per lanciare un appello al Governo e al Parlamento affinché sappiano varare provvedimenti davvero utili alla crescita, rinnovando, innanzitutto, le detrazioni per il risparmio energetico degli edifici”.

Nonostante le difficoltà causate dalla crisi economica, “risparmio energetico, sostenibilità, sicurezza, silenzio, luce, trasparenza ma anche e soprattutto integrazione progettuale” sono i punti forti delle industrie italiane del comparto, così si è espresso il presidente Uncsaal.

C.C.

Copyright © - Riproduzione riservata