Spoleto: recuperato il Palazzo Comunale | Edilone.it

Spoleto: recuperato il Palazzo Comunale

wpid-15781_PalazzoComunaleSpo.jpg
image_pdf

Il Palazzo Comunale di Spoleto torna alla città con una cerimonia d’inaugurazione avvenuta lo scorso 7 dicembre alla presenza del Sindaco Massimo Brunini e di altre autorità locali.
L’intervento realizzato è stato di tipo strutturale, come ha ricordato anche l’Assessore alle Grandi Opere del Comune di Spoleto Roberto Loretoni, finanziato da Regione e Comune per 6 milioni e mezzo di euro. I lavori, cominciati alla fine del 2002, hanno riguardato la messa in sicurezza dell’edificio, l’abbattimento delle barriere architettoniche, la riqualificazione completa degli arredi. Il Palazzo, di oltre quattromila metri quadri, da qui ospiterà gli Organi Istituzionali e Politici, la Sala del Consiglio Comunale completamente rinnovata, la Segreteria Generale, la Direzione Generale, la Direzione Operativa Centrale e gli uffici della Direzione Risorse Umane e Finanziarie. Più di cento persone, tra dipendenti e rappresentanti politici, potranno usufruire inoltre di un innovativo assetto informatico e della comunicazione, implementato per una più veloce e sicura trasmissione dei dati e dei servizi.

Il palazzo del Comune si trova nella zona più antica della città di Spoleto, tra la casa romana e la chiesa di Sant’Eufemia, ed affaccia su piazza del Municipio. Diverse stratificazioni edilizie testimoniano che il luogo ebbe funzioni di rappresentanza fin dall’epoca romana.
L’edificio venne costruito nel XIII secolo ed ampliato durante la prima metà del Quattrocento per volere di papa Niccolò V che vi soggiornò con la famiglia.
L’aspetto attuale risale alla fine del XVIII secolo.
In seguito al forte terremoto del 1703 si avviò una lenta ricostruzione del palazzo conclusasi nel 1913. Degli affreschi che dovevano impreziosire l’interno rimane ben poco; le sale del piano superiore sono state decorate da Giuseppe Moscatelli e Benigno Peruzzi alla fine del XIX secolo. Fino al 2002 il palazzo è stato sede della Pinacoteca Comunale.

Il recupero del palazzo si inserisce fra gli interventi sul patrimonio artistico di Spoleto che la città – come ha sottolineato il suo sindaco – interessata in questi ultimi tempi da una serie di grandi progetti di sviluppo, intende far conoscere e valorizzare.

“I lavori di restauro hanno consentito” spiega l’Assessore alle Grandi Opere Roberto Loretoni “di salvaguardare e valorizzare un edificio caratterizzato da elementi di eccellenza storico-architettonica. In più siamo riusciti a guadagnare nuove superfici per una rimodulazione più funzionale degli spazi e dei servizi. E non secondario è anche l’aspetto sociale legato alla riapertura del palazzo che darà nuovo impulso alle attività del centro storico cittadino, la cui riqualificazione passerà anche dalla riattivazione dei numerosi uffici e servizi del Comune, strategicamente importanti per animare e vivacizzare l’acropoli della città”.

Erano presenti alla cerimonia anche il Sottosegretario al Commercio Internazionale Mauro Agostani, i parlamentari umbri, i consiglieri regionali, provinciali e comunali del territorio, l’Assessore al Bilancio della Provincia di Perugia Daniela Frullani e il Sindaco di Foligno Manlio Marini.

Per altre informazioni, consultare il sito:
http://www.comune.spoleto.pg.it/

Copyright © - Riproduzione riservata
Spoleto: recuperato il Palazzo Comunale Edilone.it