Sostegno finanziario alle imprese in aree di degrado urbano | Edilone.it

Sostegno finanziario alle imprese in aree di degrado urbano

wpid-ministerosviluppoeconomico.jpg
image_pdf

I comuni di Bari, Bologna, Cagliari, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Torino e Venezia hanno centoventi giorni, a partire dal 15 gennaio 2008, per trasmettere i programmi di intervento finalizzati a sviluppare iniziative economiche e imprenditoriali in aree di particolare degrado urbano e sociale.

Il decreto del ministero dello Sviluppo economico è stato infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 15 gennaio scorso. La disponibilità finanziaria, che ammonta a 20 milioni di euro, è ripartita tra i Comuni in misura proporzionale alla popolazione residente nel mese di gennaio 2006 secondo i dati ISTAT.

Tali interventi trovano fondamento nella cosiddetta legge Bersani (legge 266/97). Le risorse sono finalizzate al sostegno diretto e indiretto di imprese localizzate in aree di degrado urbano. Le azioni finanziabili prevedono interventi di contesto (incubatori di impresa, animazione economica, formazione ecc.) e agevolazioni alle piccole imprese.

Tra gli interventi ammissibili dal provvedimento anche quelli su immobili a disponibilità pubblica e infrastrutture strettamente funzionali al potenziamento e/o all’insediamento di nuove iniziative imprenditoriali o di servizi a sostegno dell’impresa.

Le attività di monitoraggio e di valutazione dei risultati sono svolte dall’Istituto per la promozione industriale e riguardano, fra l’altro, la creazione di un sistema informativo attraverso la progettazione e lo sviluppo di software applicativi per la raccolta e l’elaborazione dei dati nonché l’ideazione e l’elaborazione di report di monitoraggio e valutazione degli interventi.

Per altre informazioni, consultare il sito web:

http://www.governo.it/

Copyright © - Riproduzione riservata
Sostegno finanziario alle imprese in aree di degrado urbano Edilone.it