Sisma 2012 in Emilia: l’intervento di miglioramento dell’Oratorio del Sacro Cuore di Moglia | Edilone.it

Sisma 2012 in Emilia: l’intervento di miglioramento dell’Oratorio del Sacro Cuore di Moglia

Un focus sulle malte e i sistemi di rinforzo strutturale scelti per garantire durabilità in varie condizioni climatiche e la continua traspirabilità delle zone oggetto di intervento

Ruredil_hp
image_pdf

In seguito al sisma del maggio 2012 la Chiesetta Oratorio pertinente al plesso RSA casa di riposo Fondazione “P. Sissa” ha subito diversi danni. Il progettista che si è occupato del miglioramento sismico dell’edificio, a seguito di analisi svolte tramite un software ad elementi finiti, ha riscontrato un meccanismo di rotazione della torre campanaria, in corrispondenza del distacco tra la muratura del corpo principale e la parte libera della torre, un principio di ribaltamento fuori dal piano della facciata principale e un quadro fessurativo diffuso a partire dagli spigoli delle aperture e diffuso in senso obliquo.

Al fine di migliorare l’ammorsamento tra le pareti è stata realizzata la cerchiatura completa dell’edificio in sommità delle facciate esterne e il rinforzo del timpano in mancanza di cordoli in c.a. con sistema FRP monodirezionale, prevedendo opportune smussature degli spigoli per evitare la concentrazione delle tensioni e connessione con fiocchi in corrispondenza delle lesene. Inoltre in corrispondenza delle fessure è stato applicato il tessuto bidirezionale disposto a cavallo delle fessure.

Ruredil_Oratorio_Sacro_Cuore_Moglia

La scelta delle malte e del sistema Ruredil X Mesh C10 è stata presa tenendo conto della necessità di garantire, oltre alle prestazioni meccaniche e di resistenza, la durabilità dell’intervento al variare delle condizioni climatiche nonché la continua traspirabilità delle zone oggetto di intervento.

Ruredil X Mesh C10 è un composito strutturale costituito da una rete di carbonio che funge da rinforzo continuo e da una matrice inorganica pozzolanica stabilizzata (M25), studiata per rendere solidale la rete al supporto in muratura. Ruredil X Mesh C10 è un sistema brevettato che introduce un’innovazione mondiale nel campo dei sistemi di rinforzo strutturale a base di fibre ad alte prestazioni, quali il carbonio, il kevlar, il vetro, ecc., genericamente denominati FRP. Questi ultimi compositi impiegano come legante una matrice organica (resina epossidica o poliestere) per garantire l’adesione al supporto.

Ruredil X Mesh C10 è un Fiber Reinforced Cementitious Matrix che, a differenza degli FRP a base di resina epossidica, impiega una matrice inorganica costituita da un legante idraulico pozzolanico perfettamente compatibile sotto il profilo chimico, fisico e meccanico con il supporto di muratura.

Specifiche Tecniche

Progettista: Ing. Angelo Novara

Materiali:

Ruredil X Wrap 310 Ruredil

Ruredil X Mesh C10 Ruredil + Ruredil X Mesh M25

Ruredil X Joint fi 10 e fi 12 + Ruredil X Joint Inject

Anno 2014

Per saperne di più, scarica le schede tecniche dei prodotti, disponibili qui di seguito.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sisma 2012 in Emilia: l’intervento di miglioramento dell’Oratorio del Sacro Cuore di Moglia Edilone.it