Sassari: recupero della Palazzina Liberty | Edilone.it

Sassari: recupero della Palazzina Liberty

wpid-15778_PalazzinaLibertySassari.jpg
image_pdf

Prosegue il progetto già avviato dall’Azienda sanitaria locale sassarese alla fine degli anni Novanta di recupero, ristrutturazione e riqualificazione di un area, quella di Rizzeddu, che racchiude un patrimonio di grande importanza storica per la cittadinanza. Oltre quattro ettari di terreno sui quali sorgono quindici edifici che rappresentano la storia della sanità sassarese. Alcuni di questi sono già sede di servizi dell’Asl n. 1 altri ancora, una volta completato il loro restauro, ospiteranno uffici amministrativi e sanitari sempre dell’Azienda sanitaria sassarese.

E’ adesso la volta della Palazzina Liberty, che ha custodito sino ad oggi l’archivio storico dell’ospedale; forse la più bella costruzione di tutto il complesso, posta alla sinistra dell’ingresso principale. La palazzina, situata in Via Zanfarino, è stata edificata agli inizi del secolo scorso e rappresenta uno degli esempi più importanti d’architettura liberty del sassarese. Nel corso dei lavori verranno interamente restaurate coperture e facciate.

La costruzione liberty, sino alla fine degli anni Settanta, aveva ospitato, al piano inferiore, il medico di guardia, la biblioteca e l’ufficio del direttore; al piano superiore, l’abitazione del direttore. Assieme a questa potranno vivere una nuova vita la chiesetta di San Giuseppe, le ex cucine e la casa delle suore. Un appalto concorso per la progettazione definitiva ed esecutiva e l’esecuzione dei lavori di restauro conservativo della Palazzina Liberty è stato indetto e reso noto con avviso pubblicato nei primi di gennaio 2008. L’importo dei lavori previsto a base d’asta è di oltre due milioni di euro provenienti dai fondi ex articolo 20 della legge 67 del 1988.

Ultimati i lavori, le strutture si aggiungeranno a quelle già ristrutturate negli anni precedenti: i tre padiglioni che ospitano le strutture residenziali “Le Ginestre”, “I Mandorli” e “Gli Ulivi”, quindi la palazzina B, che ospita il Centro Screening, la palazzina C, dove trova sede il Consultorio familiare, la palazzina H, terminata di recente e che dovrà ospitare il Centro di salute mentale, la palazzina sede della Patologia forense, situata all’ingresso dell’ex ospedale, sulla destra.

Inoltre, stanno per iniziare infine i lavori della palazzina F, (costo dell’opera un milione di euro), dove troveranno sistemazione gli organi collegiali dell’Asl, vale a dire le commissioni di invalidità e altri servizi sanitari, ora a San Camillo.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sassari: recupero della Palazzina Liberty Edilone.it