Roma: dopo un anno di lavori di restauro della pavimentazione riapre Piazza di Spagna | Edilone.it

Roma: dopo un anno di lavori di restauro della pavimentazione riapre Piazza di Spagna

wpid-15901_piazzadispagna.jpg
image_pdf

Un anno di lavori, un anno di chiusura e finalmente Piazza di Spagna torna ai romani ed ai turisti provenienti da tutto il mondo, accogliendoli con una pavimentazione appena restaurata.
Il 2 aprile u.s con una cerimonia a cui hanno partecipato Roberto Wirth, presidente dell’associazione Piazza di Spagna, il sindaco di Roma Walter Veltroni, l’assessore all’urbanistica Roberto Morassut e il presidente del Primo Municipio Giuseppe Lo Befaro la piazza fra le più famose al mondo, dopo un delicato lavoro di recupero della pavimentazione, è stata riconsegnata alla città.
L’obiettivo principale, per il quale sono stati stanziati circa 1.900.000 euro) era liberarla dal peso del traffico privato per restituirla al suo splendore di area pedonale. Il progetto di riqualificazione ha mantenuto e valorizzato l’armonia tra le parti monumentali e la pavimentazione in selci, grazie a un attento e mirato impiego dei materiali. La “selciata”, per esempio, pare quasi isolare e, dunque, evidenziare meglio il travertino romano utilizzato per i monumenti, mettendo in risalto la Scalinata settecentesca di Trinità dei Monti (1726), la Fontana della Barcaccia (1629) e la Colonna Votiva (1856). Proprio la “tessitura” del selciato in sampietrini, che si irraggia dalla Barcaccia lungo tre assi, contribuisce a mettere in relazione visiva i monumenti architettonici che compongono la visuale dell’intera piazza e a ridefinire l’area pedonale, in tal modo distinta da quella limitata ai soli mezzi di soccorso e di servizio pubblico e dei residenti.
L’omogeneizzazione del piano stradale è resa ancor più evidente dalla sostituzione dei cigli di travertino ancora esistenti lungo i marciapiedi, con analoghi cigli in granito, lavorati superficialmente ed ingallettati in modo da inserirsi in forme adeguate al contesto storico. La nuova pavimentazione dei marciapiedi è stata realizzata con lastre di basalto, riprendendo un materiale storicamente e tecnicamente più adatto al contesto e all’utilizzo richiesto. L’aiuola delle palme, i cui cigli sono stati interamente ripristinati, è stata bonificata ed è stato realizzato l’impianto di innaffiamento. Sono state inoltre restaurate le “sedute” esistenti. Per quanto riguarda le reti dei sottoservizi sono stati eseguiti dei lavori di bonifica e la messa in sicurezza delle reti pubbliche. A questo riguardo, è stato anche realizzato il potenziamento dell’illuminazione pubblica e monumentale.

Copyright © - Riproduzione riservata
Roma: dopo un anno di lavori di restauro della pavimentazione riapre Piazza di Spagna Edilone.it