Roma - Domus Aurea, si avvicina la riapertura | Edilone.it

Roma – Domus Aurea, si avvicina la riapertura

wpid-15875_280px-DomusAurea.jpg
image_pdf

Sono stati recentemente emessi i provvedimenti di legge per permettere la riapertura della Domus Aurea neroniana, uno dei monumenti capitolini più visitati, parzialmente agibile solo dal 1999, definitivamente chiuso al pubblico dallo scorso dicembre per il pericolo di crolli provocato dalle troppe infiltrazioni d’acqua e dalla scarsa manutenzione. Si tratta della reggia imperiale fatta costruire da Nerone sulle ceneri dell’incendio del 64 d.C.(che distrusse gran parte di Roma), di cui rimangono 150 stanze.

Con l’Ordinanza n. 3541, (pubblicata sulla GU n. 201 del 30-8-2006), il Presidente del Consiglio Dei Ministri ha disposto l’attuazione di disposizioni urgenti per la messa in sicurezza della Domus Aurea.
Il provvedimento, premesso che in relazione alla Domus Aurea “sussiste una diffusa situazione di crisi suscettibile di determinare pregiudizi irreparabili ad un monumento costituente patrimonio storico ed archeologico dell’umanità”, dispone di “procedere con urgenza, alla realizzazione di un quadro d’interventi attinenti, in particolare, alla messa in sicurezza ed all’adeguamento della struttura”.
Nell’ordinanza suddetta si dispone lo stanziamento di 800mila euro di finanziamento (che si aggiungono ai 3 milioni già disponibili) e l’attribuzione di ampi poteri al Commissario delegato, Luciano Marchetti (Direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Lazio), per il progetto della messa in sicurezza e della riapertura della Domus Aurea.
In particolare, i poteri straordinari del Commissario delegato Luciano Marchetti contemplano la possibilità di utilizzare le procedure d’urgenza, per fronteggiare la situazione di criticità che rischia di vedere irrimediabilmente compromesse le strutture parietali e musive. Marchetti disporrà gli interventi necessari avvalendosi del Soprintendente per i beni archeologici di Roma, Angelo Bottini, in qualità di “soggetto attuatore”. Il Commissario delegato riceverà inoltre la collaborazione di una task force composta di 5 unità scelte tra il personale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Il programma dettagliato e cronologico degli interventi sarà presentato prossimamente. Gli obiettivi sono la ripresa degli scavi archeologici e l’impermeabilizzazione di tutti i 15mila metri di terreno, che oggi formano un tetto spesso tre metri.
Il ministro Rutelli ha già annunciato di volerli illustrare innanzitutto al sindaco di Roma, Walter Veltroni, a seguito di quanto convenuto nell’incontro tenuto in Campidoglio a fine agosto tra le due cariche per concordare gli appuntamenti e le iniziative comuni tra l’Amministrazione capitolina e il Ministero. In quella sede è stata infatti riconfermata la collaborazione per i lavori di consolidamento e messa in sicurezza della Domus Aurea, di cui è stata annunciata la riapertura al pubblico congiuntamente dal ministro e dal sindaco.

Copyright © - Riproduzione riservata
Roma – Domus Aurea, si avvicina la riapertura Edilone.it