Ristrutturazioni: la detrazione per gli acquirenti e gli assegnatari prorogata per il 2015 | Edilone.it

Ristrutturazioni: la detrazione per gli acquirenti e gli assegnatari prorogata per il 2015

Con la Legge di Stabilita' 2015 e' stata prorogata al 31 dicembre 2015 la detrazione sulle spese sostenute per l'acquisto o assegnazione immobili che fanno parte di un edificio interamente sottoposto ad interventi di ristrutturazione

wpid-25836_ristrutturazione.jpg
image_pdf

La Legge di Stabilità 2015 (Legge n. 190/2014) ha prorogato fino al 31 dicembre 2015 la detrazione Irpef sulle spese sostenute per l’acquisto o assegnazione di unità immobiliari, a uso abitativo, facenti parte di un edificio interamente sottoposto ad interventi di restauro e risanamento conservativo eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione o da cooperative edilizie a condizione che le stesse provvedano alla successiva alienazione o assegnazione dell’immobile in uno specifico termine.

Al riguardo risulta opportuno ricordare che:

  • -> la detrazione in esame torna applicabile agli acquirenti (soggetti Irpef) in relazione alla quota di proprietà dell’immobile;

  • -> la detrazione in esame va ripartire in 10 rate annuali di pari importo.

Tale detrazione torna applicabile nel caso di interventi di ristrutturazione riguardanti interi fabbricati (l’agevolazione trova applicazione a condizione che gli interventi edilizi riguardino l’intero fabbricato e non solo una parte di esso, anche se rilevante), eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie che provvedono, entro 18 mesi dalla data del termine dei lavori (tale termine è stato innalzato proprio dalla Legge di Stabilità 2015, infatti, precedentemente il termine era di 6 mesi), alla successiva alienazione o assegnazione dell’immobile.

Si fa presente che tale detrazione non è legata alla cessione o assegnazione delle altre unità immobiliari, costituenti l’intero fabbricato, così che ciascun acquirente può beneficiare della detrazione con il proprio acquisto o assegnazione.

Inoltre, la detrazione torna applicabile quando sono stati effettuati interventi di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia di cui alle lettere c) e d) del comma 1 dell’art. 3 del DPR n. 380/2001.

L’acquirente ovvero l’assegnatario dell’immobile ad uso abitativo deve calcolare la detrazione (che a seconda dell’anno di sostenimento della spesa sarà pari al 50 o 36%), indipendentemente dal valore degli interventi eseguiti, su un importo forfetario, pari al 25% del prezzo di vendita o di assegnazione dell’abitazione. Quindi, ad esempio, nel caso in cui un contribuente abbia acquistato un’abitazione al prezzo di euro 300.000, l’importo su cui calcolare la detrazione (25% di euro 300.000) ammonta ad euro 75.000, mentre la detrazione effettivamente spettante (se l’immobile è stato acquistato entro il 31/12/2015) sarà pari ad Euro 37.500 (50% di euro 75.000). Tale ultima detrazione (euro 37.500) dovrà essere poi ripartita fra i soggetti che ne hanno diritto in 10 rate annuali di pari importo.

L’autore


Stefano Setti

Dottore commercialista in Milano, Stefano Setti ha svolto attività di consulenza fiscale in materia di imposte indirette per studi di primaria importanza, sia nazionali che internazionali. Attualmente svolge funzioni di assistenza e rappresentanza in materia tributaria per svariate società, nonché per professionisti che operano nel settore edile. Ha curato, tra l’altro, il volume “Appalti pubblici. Edilizia. Professionisti. Imprese” e le voci relative alla fiscalità nel “Codice Tecnico Edilizia e Urbanistica”, entrambi per Utet Scienze Tecniche, ed è autore, insieme ad Alessandro Tomasi, del volume “Edilizia e immobili”, edito da Ipsoa Indicitalia. Nel 2012, per quest’ultimo editore, ha curato una serie di e-book, tra i quali: “Imu: come calcolare e versare il saldo 2012″,”Ristrutturazioni, manutenzione e risparmio energetico. Come e quando applicare le nuove agevolazioni”, “Le detrazioni fiscali per la casa 2012” e “Il Regime dei minimi 2012”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Ristrutturazioni: la detrazione per gli acquirenti e gli assegnatari prorogata per il 2015 Edilone.it