Riapre dopo 19 anni e un lungo restauro il castello Bufalini | Edilone.it

Riapre dopo 19 anni e un lungo restauro il castello Bufalini

wpid-15673_244_castellobufalini.jpg
image_pdf

Dopo 19 anni riapre il castello Bufalini, un complesso a pianta quadrangolare con torri, che sorge all’interno della cittadina di San Giustino, nell’alta valle del Tevere, in provincia di Perugia, acquisito nel luglio del 1989 al demanio dello Stato con finalità di destinarlo a museo di se stesso.

Il lungo restauro, costato 7 milioni e mezzo di euro, ha fatto scoprire una “casa vissuta” sino all’ultimo dalla famiglia Bufalini, con arredo di competenza, archivio di famiglia, uno storico giardino che costituisce un raro esempio di dimora storica signorile pressoché integra.

Nel progetto di riapertura del castello Bufalini hanno lavorato l’uno accanto all’altro i tecnici, le autonomie locali, la regione, gli enti sovra comunali, lo Stato, con la finalità di tutelare e valorizzare il territorio.

Il sovrintendente Vittoria Garibaldi che ha seguito costantemente i lavori di restauro ha ricordato l’impegno preso 19 anni fa quando la sovrintendenza umbra prese in carico dallo Stato la proprietà del castello Bufalini con l’impegno era tutelarlo e valorizzarlo.

Acquistato dalla famiglia Bufalini per 2 miliardi di lire nel 1991; l’8 agosto 2008 il Castello venne affidato alla neo Soprintendenza per i beni storici-artistici ed etnoantropologici dell’Umbria, appunto la soprintendente Vittoria Garibaldi.

La missione ed il progetto di valorizzazione del Castello Bufalini si inseriscono nel quadro di valorizzazione del patrimonio artistico nazionale. La varietà delle sue componenti (ampie sale, affreschi alle volte e quadri, logge e un ampio cortile interno con porticati) si presta a mostre, attività culturali in genere, non ultime ambientazioni teatrali e come location televisive e cinematografiche. Ha anche delle ampie cantine che dovranno essere recuperate, così i documenti che di queste parlano.

Dopo che nel 1534 fu trasformato da fortezza a palazzo fortificato, tra il 1640 e 1708 il palazzo Bufalini già centro di una grossa fattoria, viene ancora ristrutturato come amena villa di campagna con un reimpianto giardino “all’italiana” con tanto di vasche e fontane. Il Castello conserva l’arredo di pertinenza, mobili, tessuti storici, vari oggetti d’ornamento, ceramiche, cristalli, divani, letti. Un ambiente vissuto da un’antica famiglia umbra quindi, con personaggi che si sono affermati in ambito militare, ecclesiastico, letterario e giuridico al servizio dello stato Pontificio, dei Medici, dei Farnese, dei Colonna, degli Estensi, perfino dei reali di Spagna e di Inghilterra e soprattutto Francia, agevolati dalla parentela con il cardinale Giulio Mazzarino.

Copyright © - Riproduzione riservata
Riapre dopo 19 anni e un lungo restauro il castello Bufalini Edilone.it