Restauro 2008: dal 2 al 5 aprile a Ferrara

wpid-15766_Restauro.jpg

E’ prossima la XV edizione di RESTAURO, prima ed unica rassegna in Italia interamente dedicata al Restauro, alla Conservazione e alla Tutela del patrimonio storico-artistico, architettonico e paesaggistico. Si terrà dal 2 al 5 aprile 2008 presso il quartiere fieristico di Ferrara. Il salone è patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero degli Affari Esteri e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che anche quest’anno scelgono Ferrara per presentare le attività svolte da Istituti centrali, Sovrintendenze, Archivi e Biblioteche.

Gli appuntamenti del Salone ruotano attorno agli espositori e ad un ricco calendario di convegni ed incontri.
Per quanto riguarda gli ESPOSITORI, saranno presenti gli stand istituzionali del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dell’IBC-Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, dell’ICE-Istituto Nazionale per il Commercio Estero e di Assorestauro, cioè alcune tra le principali realtà nel settore del restauro a livello internazionale.
In fiera si incontreranno oltre 260 espositori, gli enti e le migliori aziende di riferimento a livello nazionale e internazionale: produttori di materiali e tecnologie, allestimenti museali, servizi e software, centri di restauro, fondazioni bancarie e non, università, enti ed istituti pubblici.
Ricco il calendario di appuntamenti, convegni, incontri tecnici e laboratori, organizzati da importanti e significative realtà del mondo istituzionale ed imprenditoriale.

I Convegni affrontano argomenti di ampio interesse e di attualità. Sono spesso l’occasione per dare vita a dibattiti e confronti su tematiche nuove od emergenti e registrano la presenza di importantissimi relatori. Quest’anno, ancora più che nelle passate edizioni, nei convegni di Ferrara sarà possibile ascoltare la maggior parte dei più accreditati e riconosciuti restauratori del panorama nazionale.
Questo perché Ferrara non è solo il luogo in cui fare il punto sul restauro, ma anche e soprattutto il luogo nel quale proporre idee, avviare progetti e iniziative, discutere su ciò che si può fare.
Gli incontri tecnici e i laboratori, invece, curati anche dagli espositori, sono appuntamenti che vertono su argomenti più specifici ma non meno significativi e solitamente si sviluppano in tempi più brevi.

Alcune delle tematiche più rilevanti dell’edizione 2008 sono elencate qui di seguito:

La luce nei beni culturali
Un convegno e una mostra, dal titolo “La luce nei beni culturali: fra conservazione e interpretazione”, approfondirà il tema della regolamentazione dell’uso professionale della luce naturale e artificiale nel settore del patrimonio artistico e culturale.

Il restauro del contemporaneo
Il tema sarà affrontato su più fronti: nel convegno “Architettura del secondo Novecento” promosso dall’Ibc, con la presentazione di interventi su opere di Piero Bottoni e Gio Ponti; nella tavola rotonda “Arte Contemporanea in Italia: quale salvaguardia? Nuovo consuntivo” a cura di Giuseppe Basile, nel convegno sul restauro della fontana de “I Bagni Misteriosi” di Giorgio De Chirico.
A fianco dei convegni, gli incontri sulla salvaguardia delle stazioni dell’arte della Metropolitana di Napoli, o il dibattito interdisciplinare sugli aspetti del restauro delle auto e moto storiche.
Negli stand, invece, l’Ibc illustrerà il restauro di un nucleo inedito e straordinario di bozzetti per i cartoni dei mosaici a tema dantesco, appartenenti al Museo d’Arte della Città di Ravenna e realizzati a
metà degli anni Sessanta da autori quali Cantatore, Mattioli, Purificato, Ruffini, Sassu, Tamburi, per le celebrazioni per il VII centenario della nascita del poeta svoltesi a Ravenna.

La moda e il restauro
Il convegno “Conservare il Novecento. Le Carte della moda”, promosso dalla Soprintendenza per i Beni Librari e Documentari dell’Ibc, focalizzerà invece l’attenzione sulla conservazione dei materiali documentari, iconografici, fotografici, archivistici e librari, la cui gestione e valorizzazione sono indispensabili per la ricostruzione della storia e l’evoluzione del costume del 900.

Restauri all’estero
Negli ultimi anni l’Italia ha intrapreso numerose iniziative di intervento e collaborazione in ambito internazionale nel campo del restauro, di cui il Salone dà illustrazione.
Restauro non è solo vetrina delle ultime novità, ma anche agorà per incontri e conoscenza fra gli operatori di tutto il mondo. Anche per questa edizione, l’Istituto per il Commercio Estero ICE, con Assorestauro, organizzerà la presenza in fiera di architetti, ingegneri, restauratori e dirigenti/funzionari di amministrazioni locali provenienti da: Russia, Algeria, Marocco, Israele, Giordania, Turchia, Arabia Saudita, Bosnia, Croazia, Serbia, Macedonia, Ungheria, Polonia, Romania, Ucraina, India, Cina, Argentina, Brasile, Cile, Perù, Stati Uniti, Canada e America del Sud. Una presenza considerevole proprio perché è riconosciuto a livello internazionale il primato delle aziende italiane nel settore del restauro.

Per approfondimenti ed altre informazioni, consultare il sito web:
http://www.salonedelrestauro.info/

Copyright © - Riproduzione riservata