Restauri per gli interni del Museo al Deportato di Carpi | Edilone.it

Restauri per gli interni del Museo al Deportato di Carpi

wpid-15615_315_HOMEE.jpg
image_pdf

Approvato dalla Giunta comunale di Carpi in questi primi giorni del 2011 il progetto preliminare per il restauro e il risanamento degli intonaci delle pareti e di altre parti di finitura interna quali teche, pavimentazione e serramenti del Museo-monumento cittadino, che si trova al piano terra del Palazzo dei Pio.

Il progetto è inserito nel Programma triennale degli Investimenti 2011/2013, e il costo complessivo dell’intervento, effettuato nel corso del 2011, ammonta a 100 mila euro. Lo stesso Settore Restauro e Conservazione del patrimonio immobiliare artistico e storico del Comune si è occupato della redazione e presentazione del progetto, curato dall’architetto Giovanni Gnoli e dei tecnici Livio Bartoli e Maurizio Benetti. “Sarà il primo intervento compiuto all’interno dell’edificio a partire dal 1972 – commenta Simone Morelli, assessore comunale a Turismo e Centro storico – Il Museo ogni anno viene visitato da oltre ventimila persone, segno che Carpi intercetta un turismo che vuole conoscere i luoghi della Memoria e che sul nostro territorio propone anche l’ex Campo di concentramento di Fossoli“.

Tra gli interventi da realizzare sugli edifici storici di Carpi nel corso del 2011 è compreso inoltre un piano di manutenzione straordinaria della copertura nord e della pavimentazione esterna del Teatro Comunale. Il progetto preliminare è stato approvato anch’esso qualche settimana fa dalla Giunta comunale per un importo di 270.000 euro. Si tratterà di sistemare l’impermeabilizzazione realizzando l’isolamento termico al di sotto delle tegole e ripristinare la pavimentazione in cubetti di porfido attorno al perimetro del Teatro, oltre che gli impianti e le reti sotterranee.

Copyright © - Riproduzione riservata
Restauri per gli interni del Museo al Deportato di Carpi Edilone.it