Pistoia restaura la via Francigena: verso Santiago De Compostela | Edilone.it

Pistoia restaura la via Francigena: verso Santiago De Compostela

wpid-15774_viafrancigena1.jpg
image_pdf

La tutela, promozione, valorizzazione e coordinamento delle vie Francigene europee sarà attuata dal comune di Pistoia, a seguito della delibera di giunta con cui lo stesso ha aderito all’associazione europea delle vie Francigene, alla quale destinerà per il primo anno 3100 euro.

L’adesione a quest’associazione rappresenta la sintesi di un lavoro che il comune di Pistoia porta avanti da anni. Il legame tra Pistoia e la via Francigena risale al 1114, quando iniziò ufficialmente il culto di San Jacopo. Una reliquia del Santo venne fatta arrivare a Pistoia da Santiago De Compostela, dove è sepolto. Da allora la città divenne tappa obbligata per i viaggiatori che, da Roma, percorrevano la via Francigena verso Santiago De Compostela: una strada in gran parte sterrata, che attraversa boschi in paesaggi suggestivi. La strada in Italia attraversa molte delle località più belle della Toscana e dell’Emilia, non a caso partendo da Roma e risalendo verso la Francia (ecco l’origine del nome) si tocca Siena, Fucecchio, Altopascio, Lucca e il passo della Cisa.

Tra l’VIII e il XIV secolo la Via Francigena, complesso sistema viario, economico e culturale collegò la penisola italiana ai paesi d’oltralpe, strutturando gran parte del territorio toscano; sui suoi percorsi si costruirono nuove città, si svilupparono processi economici, si diffusero esperienze artistiche. a questo itinerario che attraversa la Toscana, intorno all’anno 1000 si formò una nuova rete di percorsi che lo collegarono alla Spagna e successivamente all’Europa orientale.

L’obiettivo dell’associazione è la realizzazione di un progetto di recupero di un percorso che rappresenta l’unione e la comunicazione tra le diverse culture dei paesi europei: un elemento in grado di fungere da fattore di aggregazione e coinvolgimento di iniziative pubbliche e private, su scala locale, regionale, nazionale ed europea, finalizzate ad ampliare e costruire utili e concrete occasioni di cooperazione. Tra gli obiettivi dell’associazione c’è quello di valorizzare il percorso della via Francigena come bene ambientale e storico-culturale, di scambio socio-culturale, di produzione di reddito ed occasioni occupazionali, di capacità di comunicazione con l’esterno.

Per altre informazioni, consultare il sito web:

http://www.pistoia.cc/

Copyright © - Riproduzione riservata
Pistoia restaura la via Francigena: verso Santiago De Compostela Edilone.it