Nuovi Uffizi: finiti i primi due interventi, modificata la loggia di Isozaki | Edilone.it

Nuovi Uffizi: finiti i primi due interventi, modificata la loggia di Isozaki

wpid-15796_Nuovi-Uffizi2.jpg
image_pdf

Sono stati ultimati ai primi di settembre del c.a. due complessi interventi compiuti nell’ambito dei lavori per la realizzazione dei Nuovi Uffizi. Il primo di questi consiste nel montaggio della struttura che permetterà di iniziare il restauro pittorico dello Scalone Vasariano con il recupero del Verde di Lorena. Si tratta di un complesso ponteggio che coinvolge il primo e il secondo piano dotato di un tunnel di protezione in modo da non creare disagi ai visitatori.

Il secondo intervento riguarda la messa a terra dei micropali di fondazione, sui quali verranno in seguito realizzate le travi di cemento armato per il sostegno della nuova scala di ponente che, secondo il progetto, consentirà la discesa dal secondo al primo piano. Intanto, proseguono i lavori di predisposizione che comporteranno interventi di adeguamento impiantistico negli spazi destinati all’esposizione.

Per quanto riguarda la costruzione della loggia dei Nuovi Uffizi di Firenze disegnata dall’architetto giapponese Arata Isozaki, il progetto prevede, adesso, una pensilina alta 13 metri, sorretta da due colonne da edificare sul retro del museo; ciò a seguito delle modifiche apportate dal designer agli elaborati originali. Ne risulta una riduzione dei volumi, con l’arretramento e l’abbassamento del colonnato ed i materiali trasparenti in sostituzione dell’acciaio previsto nel primo progetto. La pensilina di Isozaki rappresenta un importante tassello nella realizzazione dei Nuovi Uffizi; una volta a regime, permetterà al famoso polo museale fiorentino di ampliarsi passando dagli attuali 5 mila 400 metri quadri a oltre 12 mila con la possibilità di raddoppiare il numero dei visitatori giornalieri da 4 mila a 7-8.000. Nelle sale saranno infine esposte oltre 2 mila opere, che attualmente sono 1.200. Il costo del progetto della loggia di Isozaki è di circa 7 milioni.

Il cantiere dei Nuovi Uffizi è diretto dalla soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio delle province di Firenze, Pistoia e Prato, sotto la responsabilità della soprintendente Paola Grifoni e la direzione dell’architetto Giorgio Pappagallo, e può essere seguito attraverso il sito web
http://nuoviuffizi.it

Copyright © - Riproduzione riservata
Nuovi Uffizi: finiti i primi due interventi, modificata la loggia di Isozaki Edilone.it