Le detrazioni del 55% nella Finanziaria 2008 | Edilone.it

Le detrazioni del 55% nella Finanziaria 2008

wpid-PannelliSolari.pg_.jpg
image_pdf

Con la Finanziaria 2008 il Governo ha deciso di dare continuità agli incentivi in materia di riqualificazione energetica concedendo una proroga per tutto il prossimo triennio 2008 – 2010 per le detrazioni del 55% sul reddito IRPEF. In sintesi, per tutti coloro i quali sostengono delle spese volte al risparmio energetico è possibile una detrazione del 55% sull’imposta IRPEF sulle spese sostenute.

La prima novità di rilievo della legge prevede l’eliminazione, in alcuni casi, dell’obbligo di produrre l’attestato di certificazione energetica (per quelle regioni in cui è entrato in vigore tale atto) e della qualificazione energetica (per le restanti regioni) limitatamente ai casi di sostituzione di finestre comprensive di infissi in singole unità immobiliari e di installazione di pannelli solari termici. Resta l’obbligo di produrre il documento nei restanti casi.

Altra novità è quella in merito alle caldaie in quanto è possibile detrarre il 55% delle spese sostenute per caldaie non a condensazione ed effettuate entro il 31 dicembre 2009.

Ai comuni viene data la facoltà di stabilire, a partire dal 2009, un’aliquota ICI agevolata, di valore inferiore al 4 per mille, riservata a coloro i quali installano impianti alimentati da fonti rinnovabili per la generazione di energia elettrica e/o termica. La durata sarà variabile dai tre ai cinque anni a seconda dei casi.

L’articolo di Legge che fa riferimento alla proroga per le detrazioni del 55% al 2008 è il numero 2 stabilendo la proroga per le detrazioni del 55% a seguito di interventi di riqualificazione energetica per il prossimo triennio 2008 – 2010. La situazione generale in merito è la seguente :
– proroga detrazione del 55% per infissi, pannelli solari e coibentazione pareti (in generale per tutti gli interventi di riqualificazione energetica) per triennio 2008-2010;
– le agevolazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica, insieme a quelle previste dai commi 353, 358 e 359 della Finanziaria 2007, si applicano secondo quanto disposto dal DM 19 febbraio 2007;
– eliminazione obbligo di certificazione energetica per infissi e pannelli solari termici;
– proroga detrazione del 55% fino ad un massimo di 60mila euro sulle spese sostenute per cambiare gli infissi e isolare le pareti (allo scopo di ridurre le dispersioni termiche) e per installare pannelli solari (allo scopo di riscaldare l’acqua);
– proroga detrazione del 55% fino ad un massimo di 100mila euro per interventi di riqualificazione che riguardano tutto l’edificio nel suo complesso;
– proroga detrazione del 55%: rottamazione caldaie per triennio 2008 – 2009 – 2010;
– proroga detrazione del 55% fino ad un massimo di 30mila euro: sostituire le vecchie caldaie con caldaie a condensazione.
Tutti questi benefici fiscali, a differenza dello scorso anno, sono validi nel il triennio 2008 – 2009 – 2010.
Il cittadino può scegliere di portare in detrazione le spese sostenute in un arco temporale che va da 3 a 10 anni (pensata per i redditi più bassi). La scelta dovrà essere operata all’atto della prima detrazione e sarà, a quanto pare, irrevocabile.

Nel provvedimento, inoltre, i Ministeri hanno accolto le segnalazioni pervenute dagli operatori del settore, relative ad alcune criticità. Con la modifica dell’art. 1 comma 6 la definizione di “tecnico abilitato” non sarà circoscritta agli ingegneri architetti, geometri e periti industriali, ma a ciascun “soggetto abilitato alla progettazione di edifici ed impianti nell’ambito delle competenze ad esso attribuite dalla legislazione vigente” iscritto “agli specifici ordini e collegi professionali”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Le detrazioni del 55% nella Finanziaria 2008 Edilone.it