La rinascita del Teatro San Carlo di Napoli | Edilone.it

La rinascita del Teatro San Carlo di Napoli

wpid-15754_teatro_san_carlo.jpg
image_pdf

Stanziata dalla regione Campania la cifra di 50 milioni di euro per l’intervento di restauro e ristrutturazione del teatro San Carlo di Napoli, già annunciato nello scorso mese di marzo. Commissariato nell’estate del 2007, sotto il peso di un deficit di bilancio sempre più gravoso, il teatro San Carlo sarà quindi oggetto di un radicale lavoro di restauro e ammodernamento, per essere reso di nuovo competitivo sul piano internazionale. I lavori dovrebbero cominciare nel prossimo mese di giugno.

Gli interventi prioritari dovranno essere ultimati entro il 2010, in tempo per inserire il teatro napoletano nel calendario dei festeggiamenti per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Il bando di gara per l’affidamento dei lavori sarà pubblicato nei prossimi giorni. I lavori di restauro interesseranno il palcoscenico, l’impianto di aria condizionata, così da potere utilizzare il teatro tutto l’anno, adeguare gli spazi destinati all’accoglienza del pubblico, e soprattutto incrementare la produzione artistica per rendere il teatro competitivo. Progettista dell’intervento di restauro è l’architetto Elisabetta Fabbri, che ha realizzato i lavori di ricostruzione per la Fenice di Venezia, la Scala di Milano e il Petruzzelli a Bari. Il piano tecnico complessivo prevederebbe una spesa di 66 milioni, ma per ora si darà il via al nucleo centrale degli interventi, utilizzando i 50 milioni di euro della Regione. Per l’innovazione tecnologica del teatro, l’incarico è stato conferito all’architetto Stefano Pace.

Copyright © - Riproduzione riservata
La rinascita del Teatro San Carlo di Napoli Edilone.it