La nuova Rotunda a Varsavia, arriva il progetto | Edilone.it

La nuova Rotunda a Varsavia, arriva il progetto

wpid-20575_rotundavarsaviagowinsuita.jpg
image_pdf

È il team di architetti polacchi Gowin-Suita il vincitore della 7a edizione di “Changing the Face”, il concorso internazionale di architettura promosso da DuPont con Pko Bank Polski, l’Unione degli Architetti Polacchi e la filiale polacca del Green Building Council. Lanciato nei mesi scorsi, il bando ha chiesto ai progettisti di ripensare la Rotunda di Varsavia seguendo ferree indicazioni: tra esse, la progettazione di un luogo adibito ad attività culturali e uno spazio urbano aperto al pubblico e l’impiego di materiali DuPont (tecno-superfici, geotessili per architettura, vernici e interstrato per vetro stratificato di sicurezza).

La Rotunda di Varsavia può essere considerata uno dei simboli contemporanei più iconici della capitale polacca. Punto focale del complesso urbano di Zbigniew Karpinski, sorto nel centro di Varsavia tra il 1962 e il 1969, l’edificio è sede della Pko Bank Polski, la più grande banca dell’Europa centrale. La crescente considerazione, da parte dei cittadini, della Rotunda come punto di riferimento della vita culturale della città ha indotto la banca a prendere la decisione di destinare una parte dell’edificio a uso pubblico. Una consultazione pubblica che ha raccolto oltre 10 mila opinioni da parte dei cittadini ha permesso di raccogliere spunti e idee circa l’uso di questo nuovo spazio urbano. Indicazioni poi integrate nel bando, che ha raccolto ben 214 progetti (10 nella fase finale), con oltre mille squadre provenienti da 79 Paesi.

Il progetto vincitore degli architetti Bartłomiej Gowin e Krzysztof Siuta ha soddisfatto tutti i criteri stabiliti dal concorso, mantenendo fedelmente la forma originaria dell’edificio e, allo stesso tempo, definendo uno spazio architettonico e urbano caratterizzato dai massimi standard estetici e utilizzo funzionale.

Nello specifico, la pavimentazione della piazza prevede divisioni in griglie regolari che si estendono fino alla strada, fornendo una cornice visiva che mette in risalto la banca. Sul lato della piazza è presente un verde rigoglioso. L’originale sistema di illuminazione integrato nella pavimentazione della piazza crea la sensazione di intimità di un ambiente interno, e dona un senso di continuità mantenendo la stessa altezza delle pensiline della vicina passeggiata Wiecha. Gli uffici bancari del rivitalizzato edificio la Rotunda saranno ubicati al piano terra e nel seminterrato. Un “Urban Saloon” della grandezza di tutto il primo piano dell’edificio, avrà la funzione di spazio pubblico.

Le idee dei cittadini di Varsavia, presentate nel corso delle consultazioni pubbliche, sono state integrate nella progettazione dei 500mq di spazio disponibile per l’area pubblica. Tra esse, trovano concretezza la realizzazione di un punto informativo multimediale su eventi culturali, un luogo per rilassarsi o incontrarsi, una galleria d’arte a ingresso libero, una caffetteria.

Il progetto, che prevede come da bando l’utilizzo di soluzioni DuPont, “implicherà il ripristino in tutta sicurezza della trasparenza dell’edificio, e un ritrovato splendore della facciata, portando potenzialmente all’acquisizione di certificazioni di edilizia sostenibile”, ha commentato Włodzimierz Sobon, Strategic Program Manager del gruppo, che sta avviando le trattative con gli architetti vincitori per l’effettiva realizzazione del progetto.

Oltre al premio da 15.500 dollari destinato al team vincente, la giuria ha assegnato altre tre premi principali: al progetto della polacca Natalia Wilczak e a quello del team spagnolo-polacco formato da Rodrigo Garcia, Maciej Siuda, Gonzalo del Val, classificati ex aequo al secondo posto, e al progetto dello studio Dobosz Architekci, terzo classificato. Menzionati anche gli austriaci Caramel Architekten ZT GmbH (menzione speciale), gli svedesi White, il team spagnolo composto da Joan Riera Jaume, Mireia Cabani Massip, Isabel Mestre Bauzà, Manel Garcia Ramis, il team francese Dorell.Ghotmeh.Tane/architects, il progetto polacco di Grzegorz Brykalski, Maria Brykalska-Karłowska, Stanisław Karłowski e Julia Karłowska, e infine, sempre dalla Polonia, il team di Pracownia Architektury Głowacki Pag.

A questa pagina è possibile visionare tutti i progetti selezionati per la fase finale e i vincitori.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
La nuova Rotunda a Varsavia, arriva il progetto Edilone.it