La Maddalena del “post-non-G8” | Edilone.it

La Maddalena del “post-non-G8”

wpid-4086_maddalena.jpg
image_pdf

Il capo della protezione civile, accompagnato dal Presidente delle Regione Sardegna U. Cappellacci, dalla stampa e dall’architetto Boeri, progettista dell’edificio vetrato sul mare, ha effettuato un sopralluogo nell’ex ospedale militare della Maddalena, riconvertito a residence, e nell’ex arsenale, a seguito delle recenti denuncie sullo stato di degrado delle strutture realizzate lo scorso anno in vista del G8,  successivamente spostato a L’Aquila.

La questione delle condizioni della Maddalena era approdata in Parlamento e alla Corte dei Conti pochi giorni fa, a seguito della denuncia giornalistica che si interrogava principalmente sulle motivazioni per le quali, a distanza di solo otto mesi dalla fine dei lavori eseguiti, le strutture che erano state allestite si trovino attualmente in pessime condizioni e il rilancio economico e impiegatizio che si sarebbe dovuto generare dalla fruizione di queste opere, non sembra intenzionato a decollare.

Rassicuranti le parole di Bertolaso sulle condizioni strutturali degli edifici visitati; innegabile ci siano numerosi interventi di manutenzione da effettuare.

Il capo della protezione civile respinge le accuse dei giorni scorsi, affermando con fermezza che gli edifici non risultano essere in stato di abbandono ed elenca tutti gli interventi che sono stati eseguiti per il risanamento dell’ex arsenale, di proprietà della Regione Sardegna, compresa l’opera di rimozione di amianto.

In occasione della visita di Bertolaso, il Sindaco della Maddalena, A. Comiti, si è  pronunciato positivamente sui lavori che si sono susseguiti nell’area sarda, complimentandosi per i risultati ammirevoli raggiunti unificando le risorse della pubblica amministrazione.

L’area dell’ex arsenale è stata bonificata in previsione del vertice. Prima che avvenisse questa riqualificazione, ha ricordato il Sindaco, la struttura era completamente inagibile, ricoperta da fanghi e inquinata da diversi tipi di idrocarburi, presenti nello specchio d’acqua in prossimità dell’edificio.

A maggio la Maddalena ospiterà una tra le maggiori competizioni veliche al mondo, la Louis Vuitton Cup, un’occasione da sfruttare al meglio per il rilancio economico e turistico e della zona.

Prima dell’apertura di questo importante avvenimento, conferma il capo della protezione civile, tutto sarà sistemato e la Maddalena sarà pronta ad ospitare i numerosi turisti che si giungeranno per assistere alla manifestazione sportiva.

Copyright © - Riproduzione riservata
La Maddalena del “post-non-G8” Edilone.it