Firenze: rinnovato il Museo di Arte e Storia Ebraica | Edilone.it

Firenze: rinnovato il Museo di Arte e Storia Ebraica

wpid-15842_MuseoEbreo.jpg
image_pdf

Riapre domenica 25 marzo 2007 alle ore 17.00 il nuovo Museo di Arte e Storia Ebraica di Firenze, fondato nel 1981, adesso ampliato e rinnovato grazie al contributo della Regione Toscana, dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e della Fondazione Monte dei Paschi di Siena.

Il museo si presenta notevolmente ampliato: occupando due piani all’interno della Sinagoga secondo i più moderni parametri museali, si avvale anche dei nuovi mezzi multimediali e dispone di un’esposizione oggi arricchitasi di diversi documenti fotografici ed archivistici. Il museo diretto e curato scientificamente da Dora Liscia Bemporand è stato ridefinito e rinnovato attraverso l’allestimento progettato e realizzato dall’architetto Renzo Funaro.

Nello spazio museale trova documentazione la storia degli ebrei a Firenze a partire dalla nascita del primo insediamento ebraico fiorentino nel 1437 fino ai giorni nostri, attraverso alcuni oggetti usati per le cerimonie sinagogali e gli arredi di devozione domestica. Costituiscono quindi il percorso museale immagini fotografiche, un plastico in legno dell’antico ghetto fiorentino, arredi tessili e in argento; nella prima sezione un ampio spazio è riservato agli ornamenti del Sefer Torà, i rotoli in pergamena in cui è scritto in caratteri ebraici quadrati il Pentateuco. L’ultima sezione è dedicata alla storia della Comunità negli ultimi due secoli.

I documenti fotografici e archivistici presentano la vita degli ebrei fiorentini, dalla ritrovata uguaglianza dopo l’età dei ghetti, alle persecuzioni a seguito delle leggi razziali e alle deportazioni nei campi di sterminio, fino alla rinascita e alla ricostruzione dopo la guerra. Fanno parte del percorso museale due sale attrezzate: una per le proiezioni, l’altra dotata di computer collegati con le banche dati dei maggiori musei e centri di ricerca ebraici nel mondo.

Al Museo ed alla Sinagoga si accede Via Farini 6. La struttura è aperta al pubblico tutti i giorni ad esclusione del sabato. Per facilitare i visitatori nella conoscenza della cultura ebraica, che il Museo intende promuovere, sono previsti per i visitatori visite guidate in lingua italiana o inglese; incontri e laboratori riservati agli insegnanti e alle classi elementari, medie e superiori.

Copyright © - Riproduzione riservata
Firenze: rinnovato il Museo di Arte e Storia Ebraica Edilone.it