Ex vetreria Sciarra, sito di archeologia industriale | Edilone.it

Ex vetreria Sciarra, sito di archeologia industriale

wpid-15728_sciarra.jpg
image_pdf

L’Università la Sapienza di Roma ha aperto al pubblico l’ex Vetreria Sciarra, ora dipartimento di Scienze storiche, archeologiche e antropologiche dell’antichità della Sapienza; dipartimento di Storia dell’arte, degli Studi filologici, linguistici e letterari. Restaurato un edificio industriale storico e una destinata alla ricerca.

La nuova sede della Sapienza presso l’ex vetreria Sciarra, nel quartiere di San Lorenzo, è stata inaugurata lo scorso 8 ottobre. Collocata all’angolo tra via dei Reti e via dei Volsci, la vetreria Sciarra è un edificio industriale dell’inizio del novecento, esteso per 7.000 metri quadri, la cui attività di recupero è stata realizzata grazie all’utilizzo di fondi ministeriali per un valore di circa 19,5 milioni di euro, coniugando rispetto dello stile architettonico originario delle facciate con soluzioni di e funzionalità per gli ambienti interni.

L’ubicazione nel quartiere di San Lorenzo ha fatto preferire una sua utilizzazione principalmente per esigenze dipartimentali, con attività di ricerca e didattica di terzo livello, per limitare il carico urbanistico sul quartiere. Il progetto è stato predisposto dalla Edilgiove, la società che ha venduto il complesso ed è compreso nel Piano di assetto generale per lo sviluppo territoriale ed edilizio della Sapienza come intervento di recupero e riqualificazione nella città storica.

Oltre al recupero della Vetreria, le opere hanno riguardato anche la costruzione di un parcheggio a raso pertinenziale per una superficie totale di 2.700 mq in largo Passamonti.

Copyright © - Riproduzione riservata
Ex vetreria Sciarra, sito di archeologia industriale Edilone.it