Degussa in una grande sinergia europea: riparazione del calcestruzzo ammalorato | Edilone.it

Degussa in una grande sinergia europea: riparazione del calcestruzzo ammalorato

wpid-Degussa.jpg
image_pdf

Presentata a Madrid nella recente Conferenza Stampa dedicata alle testate tecniche specializzate di tutta Europa, la nuova linea Emaco Nanocrete messa a punto da Degussa Construction Chemicals ha tutte le carte in regola per ripetere il successo degli altri prodotti frutto della ricerca dei laboratori Degussa, come ad esempio il Glenium, additivo iperfluidificante per calcestruzzo, o i sistemi PCI per la posa delle piastrelle. Con una carta in più: per la prima volta, un prodotto di alto profilo tecnologico è stato messo a punto sfruttando le sinergie di competenza fra diversi laboratori europei in un progetto di ricerca, ambizioso e importante, che ha richiesto anni di prove, in laboratorio prima, sul campo e sul cantiere poi.

La nuova linea Emaco Nanocrete nasce infatti per soddisfare, appieno e con largo anticipo, le prescrizioni della nuova normativa Europea UNI EN 1504, che regolamenterà (a partire dalla fine del 2008) in tutti i Paesi della Comunità Europea le attività e i prodotti per la riparazione del calcestruzzo ammalorato. In particolare, la parte 3 della UNI EN 1504 si occuperà del ripristino del calcestruzzo ammalorato con l’impiego di malte da riparazione, promuovendo l’ottica dei sistemi integrati; la linea Emaco Nanocrete dà appunto una risposta sistemica ai problemi posti dall’ammaloramento del cls: 4 prodotti, tutti messi a punto sfruttando le più recenti scoperte della ricerca scientifica sulle nanotecnologie, garantiscono risultati di alto profilo per ogni tipo di problematica. In particolare le tecniche di nanotecnologia applicate ai prodotti della famiglia Emaco Nanocrete, eliminano le fessurazioni tipiche delle tradizionali malte da ripristino.

Le malte da riparazione Emaco Nanocrete contengono infatti fibre che, grazie alla loro superficie corrugata, contrastano i fenomeni da ritiro plastico. Inoltre sono stati messi a punto attenti modelli di aggregazione a livello microscopico che regolano l’interazione tra sabbie, leganti e additivi, migliorando le prestazioni tecniche delle malte e in particolare la resistenza a trazione e compressione, quella ai cicli di gelo e disgelo, la tixotropia e, infine ma non meno importante, la qualità di finitura superficiale. Fanno parte della linea Emaco Nanocrete una malta cementizia monocomponente, con fibre in poliacrilonitrile, per riparazioni strutturali (Emaco Nanocrete R4), una malta cementizia monocomponente leggera, modificata con polimeri, con fibre in poliacrilonitrile per riparazioni strutturali ad alto spessore (Emaco Nanocrete R3), una malta cementizia monocomponente, modificata con polimeri, a presa rapida per riparazioni e riprofilatura degli elementi ammalorati (Emaco Nanocrete R2) e, infine, un passivante attivo per la protezione dei ferri di armatura (Emaco Nanocrete AP).

I prodotti della famiglia Emaco Nanocrete trovano impiego in molteplici applicazioni: dalla riparazione delle facciate e dei balconi degli edifici residenziali, dalle strutture per parcheggio (pannelli di facciata, strutture portanti) ai pontili sottoposti ad un forte attacco salino, fino alle applicazioni speciali ad alta criticità. Per informazioni:

CANALCOM
UFFICIO STAMPA
DEGUSSA CC ITALIA SPA
T 0422 608206
F 0422 611038
info@canalcom.it

Copyright © - Riproduzione riservata
Degussa in una grande sinergia europea: riparazione del calcestruzzo ammalorato Edilone.it