Avvio dei lavori ai Nuovi Uffizi | Edilone.it

Avvio dei lavori
ai Nuovi Uffizi

wpid-15848_Nuovi-Uffizi2.jpg
image_pdf

Comincerà il 19 gennaio 2007 il montaggio per i cantieri dei lavori che si svolgeranno per sei anni e mezzo ai Nuovi Uffizi, o Grandi Uffizi secondo la terminologia usata fin dagli anni Sessanta quando si affermò l’idea di dare un nuovo assetto al museo recuperando a fini espositivi gli spazi già esistenti. Gli interventi saranno condotti gradualmente, sotto gli occhi dei visitatori che, nonostante i cantieri aperti, continueranno ad accedere alla Galleria. Il programma dei cantieri, infatti, per le previste modalità organizzative, non sottrarrà il museo alle visite nemmeno per un giorno, anche se all’ interno del Loggiato a ‘U’ si succederanno i vari cantieri e, a partire dal prossimo febbraio, saranno installati una grande gru ed un sistema di ponteggi a palchi, schermati, per stoccare i materiali senza ingombro a terra. La prima gru sarà montata sul retro della Galleria, in piazza del Grano sulla quale si affaccerà anche in futuro l’ uscita dal museo.

Uno degli obiettivi in programma è l’ampliamento dell’area espositiva dagli attuali 5.400 metri quadri a 12 mila, consentendo di vedere molti capolavori finora emersi dai depositi solo in occasione di mostre. Le opere esposte passeranno così dalle attuali 1.200 a 2.000 ed i visitatori giornalieri da 4mila a 8 mila. Ciò sarà realizzato recuperando spazi oggi inutilizzati e razionalizzando quelli in uso (servizi compresi), tramite interventi distribuiti in due lotti: il primo, il più consistente, consegnato l’ 8 giugno 2006 al raggruppamento d’ imprese appaltatrici, guidate dal Consorzio Cooperative Costruzioni (Ccc) di Bologna; il secondo lotto, ancora da appaltare. La conclusione di tutti i lavori dovrebbe avvenire entro il 2013.

Gli interventi inseriti nel primo lotto, per un importo di 24milioni e 987 mila euro, esclusa Iva, più altri 4,995milioni per oneri di sicurezza, si concluderanno in quattro anni e mezzo; per la conclusione del secondo ce ne vorranno almeno due. Di pari passo con la conduzione dei cantieri cambierà anche il percorso dei visitatori. A fine lavori, l’ ingresso al museo resterà quello attuale, attraverso lo scalone del Vasari posto sul lato di levante a nord; una volta che i visitatori avranno percorso il museo fino alla Loggia dei Lanzi, potranno però, attraverso una nuova scala prevista dall’ architetto Adolfo Natalini in un cortile dietro la Loggia, scendere al primo piano, per continuare la visita di sale oggi inutilizzate, o a pianoterra dove nell’ area delle Regie Poste verrà allestito un ristorante. A questo punto del percorso, il visitatore potrà decidere se interrompere la visita dei Nuovi Uffizi (che globalmente richiede dalle 6 alle 8 ore) uscendo sul piazzale, o proseguirla a ritroso visitando sezioni nuove al primo piano, per poi uscire in piazza del Grano lungo un nuovo gruppo di scale nell’ area di San Pier Scheraggio, una chiesa del 1200.

Copyright © - Riproduzione riservata
Avvio dei lavori
ai Nuovi Uffizi
Edilone.it