Arezzo: Piazza G. Monaco ed il suo restauro | Edilone.it

Arezzo: Piazza G. Monaco ed il suo restauro

wpid-15864_PiazzaGuidoM.jpg
image_pdf

Sta per essere completamente definito il futuro di piazza Guido Monaco, come primo in una serie di interventi sulle piazze principali della città di Arezzo. L’intento di un progetto di restauro conservativo della suddetta piazza è stato reso noto lo scorso 6 ottobre dall’amministrazione comunale nell’ambito di un incontro pubblico presenziato dal sindaco Giuseppe Fanfani, l’assessore ai lavori pubblici, Franco Dringoli ed altri assessori della Giunta.

La piazza, posta ad ingresso del centro storico, vede compromessa la propria immagine di accoglienza alla città, per via dell’aumentato traffico. Il progetto, concepito dal pool dei progettisti comunali coordinati dall’architetto Beoni, nell’ottica di rendere più accogliente e vivace l’ingresso alla città, ha l’obiettivo di rendere la piazza un luogo più fruibile e prevalentemente pedonale, pur senza eliminare al momento il traffico che vi gravita. Il progetto interesserà complessivamente l’intera piazza: la sua parte interna, i marciapiedi, la viabilità, gli attraversamenti pedonali, gli arredi, la sua utilizzazione e quindi i servizi che vi potranno trovare ospitalità. Saranno infatti ampliati i marciapiedi esterni che andranno ad occupare gli spazi attualmente dedicati ai parcheggi per i motoveicoli: i marciapiedi saranno ampliati anche fino a 5 metri, nei punti più larghi ed accoglieranno anche la posa a dimora di 16 nuove piante. La sede stradale utile non subirà grosse variazioni. Per quanto riguarda i passaggi pedonali, quelli attualmente esistenti verranno rialzati alla stessa quota dei marciapiedi e della pavimentazione interna della piazza; questo avverrà sia per proporre delle cunette ai mezzi in transito, che per collegare meglio, anche dal punto di vista visivo e della fruibilità (disabili, anziani), interno ed esterno della piazza. A discapito di questi interventi, saranno ridimensionati i posti auto e quelli per la sosta dei motocicli. Anche l’illuminazione, oggi carente, sarà soggetta a revisione al fine d’essere resa più razionale.
Prevista, infine, la dotazione di tettoie architettonicamente molto semplici e lineari, in corrispondenza delle attuali fermate degli autobus. Si tratta di tettoie a due livelli e ad andamento leggermente curvilineo (che segue quello della piazza) che serviranno a coprire tanto i pedoni quanto l’accesso ai mezzi pubblici.

Il complesso degli interventi dovrebbe partire dalla prossima primavera per giungere a compimento entro il 2007, grazie al finanziamento di 1.400.000 euro, che l’amministrazione ha dichiarati già disponibili. La stesura del progetto definitivo del restauro, dovrebbe essere completata entro la fine del mese.

Copyright © - Riproduzione riservata
Arezzo: Piazza G. Monaco ed il suo restauro Edilone.it