Appello Vaticano: restaurare una o più opere danneggiate dal terremoto in Abruzzo | Edilone.it

Appello Vaticano: restaurare una o più opere danneggiate dal terremoto in Abruzzo

wpid-15698_213_terremotoabruzzo.jpg
image_pdf

Tutti i laboratori di restauro d’Italia adottino un’opera d’arte “mobile” di una chiesa  rimasta danneggiata nel sisma che ha colpito l’Abruzzo. Si tratta dell’appello lanciato dal Vaticano attraverso il professor F. Buranelli, segretario della Pontificia commissione per i Beni culturali della Chiesa (già direttore dei Musei vaticani) da dove si sta seguendo di ora in ora l’evolversi della situazione nelle zone terremotate. I laboratori dei Musei Vaticani sono pronti, fin da subito, a restaurare una o più opere danneggiate dal terremoto in Abruzzo ed a coordinare l’iniziativa.

L’appello lanciato dal Vaticano è stato già raccolto dai vari laboratori di restauro italiani, tra cui  l’Istituto per la conservazione ed il restauro di Roma, la Pinacoteca di Brera a Milano, il Polo museale fiorentino e Laboratorio di restauro della Provincia di Viterbo.

Sandrina Bandera, soprintendente e direttore della Pinacoteca di Brera a Milano, nel dichiarare la propria disponibilità ha spiegato:  “Per quanto riguarda Brera, abbiamo un ottimo laboratorio che ha appena terminato il restauro di Raffaello e non si tirerà certo indietro”.

Quello del professor Buranelli “è un appello da accogliere – commenta la professoressa Cristina Acidini, soprintendente al Polo museale fiorentino – e confido che tutti i nostri centri di restauro d’eccellenza possano fare del loro meglio in questa occasione. Del resto, con il nostro ministero, che avrà già delineato una strategia d’intervento, siamo chiamati assolutamente in prima linea. I nostri laboratori di restauro, a partire dall’Opificio delle Pietre dure, saranno in grado di fornire il loro aiuto come già in altre tragiche circostanze, a partire dall’alluvione di Firenze del 1966”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Appello Vaticano: restaurare una o più opere danneggiate dal terremoto in Abruzzo Edilone.it