Ancona: 200 mila euro per riqualificare le stazioni | Edilone.it

Ancona: 200 mila euro per riqualificare le stazioni

wpid-stazione_old.jpg
image_pdf

Nella provincia di Ancona sono stati recentemente assegnati con un decreto contributi per 208 mila euro a 5 stazioni che saranno date in commodato ai Comuni per destinarle a fini sociali e no-profit.

La Regione tiene fede agli impegni presi meno di un anno fa con gli Enti locali per recuperare le stazioni impresenziate, vale a dire quelle strutture appartenenti al patrimonio edilizio di RFI che non hanno più personale, nè biglietteria, ma sono attive come fermate ferroviarie.

Nella provincia di Ancona assegnati, , contributi per 208 mila euro a cinque stazioni che saranno date in comodato ai Comuni per destinarle a fini sociali e no-profit.

Il contributo regionale assegnato dal decreto del dirigente regionale alla Mobilità e Trasporti, corrisponde al 50% dell’importo dei lavori (l’altra metà è cofinanziata dagli Enti locali) che potranno partire subito, non appena espletate le gare di appalto.

Le stazioni sono quelle poste lungo la linea adriatica e la Vallata del Tronto presentati dalle rispettive Amministrazioni comunali.

Il bando regionale pubblicato nel dicembre 2007 prevedeva la possibilità di un cofinanziamento della Regione del 50% delle spese previste dai Comuni per ristrutturare le stazioni ormai non più utilizzate per le funzioni per cui erano nate e destinare quegli spazi a funzioni pubbliche (sedi per attività sociali e giovanili, per la Polizia municipale, per associazioni di pubblica assistenza e così via).

Dei 18 progetti presentati ne sono state finanziati 15 e le stazioni dei Comuni piceni, tutte ammesse, si sono ottimamente piazzate in graduatoria.

Prima assoluta è risultata quella di Monsampolo del Tronto che ha ottenuto un contributo regionale di 72.310 euro, terza quella di Castel di Lama (47.500 euro) e, a seguire, Pedaso (29.503 euro), Porto S. Elpidio (262.500 euro) Monteprandone (63.605 euro), Spinetoli- Colli del Tronto (49.202 euro).

Un esito coerente con il fatto che, nel territorio provinciale, ci sono ben 15 stazioni su un totale di 62 in tutte le Marche, una regione che, a sua volta, possiede il più alto numero relativo di stazioni di tutto il centro nord Italia (17,1 ogni 100 chilometri).

I tempi di interventi si annunciano molto rapidi: i lavori dovranno iniziare entro marzo 2009 per concludersi entro un anno (15 mesi in più per quelli, più complessi, previsti a Porto S. Elpidio).

Copyright © - Riproduzione riservata
Ancona: 200 mila euro per riqualificare le stazioni Edilone.it