Rapporto Inps 2011: in edilizia cresce il ricorso agli ammortizzatori sociali

wpid-11741_inps.jpg

Presentato dall’Inps il Rapporto annuale dell’Istituto relativo all’anno 2011, il tasso di occupazione nel settore edile ha registrato una flessione del 4,4% rispetto al 2010 e dell’1% nel settore industriale relativo all’edilizia.

Se nel settore dell’industria e dell’artigianato si è riscontrato un miglioramento, in quello edilizio, invece, c’è stato un peggioramento generale, confermato dall’aumento di richieste di cassa integrazione straordinaria, pari al + 97,4% e di quella in deroga con +72,5%, nonostante la richiesta di Cassa integrazione guadagni ordinaria abbia evidenziato una flessione pari al 9,3%.

Il rapporto annuale 2011 Inps rileva che sul totale delle attività al livello nazionale, il 51,3% delle ore autorizzate ha avuto come destinazione le regioni dell`Italia settentrionale, il 20,5% quelle dell`Italia centrale ed il 28,2% l`Italia meridionale e le isole. Considerando le variazioni percentuali su base annua e cioè il dato 2011 sul dato 2010 a seconda dell`area geografica considerata, si evidenziano, per l`edilizia, nelle regioni del Nord, un aumento dell`8,9%, nelle regioni del Centro del 23,7%, mentre Sud ed Isole fanno registrare una diminuzione del 3,8%.

Per i trattamenti di disoccupazione la spesa complessiva è risultata pari a 11.648 milioni di euro, mentre i contributi incassati per tale prestazione sono risultati essere pari a 3.841 milioni di euro. 

 

C.C.

Copyright © - Riproduzione riservata