Macchine per costruzioni, prosegue il momento negativo per l'export | Edilone.it

Macchine per costruzioni, prosegue il momento negativo per l’export

wpid-21813_macchina.jpg
image_pdf

Continua il momento negativo delle esportazioni di macchine per costruzioni. Secondo l’ultimo Monitor commercio estero del Construction equipment outlook di Unacea-Prometeia, l’export di macchine per costruzioni tra gennaio e novembre del 2013 ha raggiunto i 2.196 milioni di euro. Il calo è del 4,7% rispetto allo stesso periodo del 2012.

Entrando nel dettaglio del comparto, aumenta l’export di gru a torre (+15,6%), di macchine per la perforazione (+10,1%) e di macchinari per il calcestruzzo (+4,5%). In discesa invece le esportazioni di macchine e attrezzature per il movimento terra (-15,8%) e di macchine per la preparazione degli inerti (-6,5%).

Sul fronte delle importazioni, il valore si assesta sui 373 milioni di euro, in calo del 10,2% rispetto a quanto registrato nel 2012, mentre la bilancia commerciale del comparto cede il 3,5%, mantenendo un avanzo di 1.823 milioni di euro.

Dal punto di vista geografico, cresce l’export verso i mercati africani (18,4%), il Nord America (6,3%) e l’Asia (5%). Negative invece le esportazioni verso l’Europa occidentale (-10,3%), orientale (-13,9%) e l’ America latina (-8,3%).

Copyright © - Riproduzione riservata
Macchine per costruzioni, prosegue il momento negativo per l’export Edilone.it