Israele apre alle imprese di costruzione estere | Edilone.it

Israele apre alle imprese di costruzione estere

Il Governo israeliano ha lanciato la prima gara per la selezione di imprese estere da inserire in una banca dati per partecipare a futuri bandi per la costruzione di complessi residenziali

israele
image_pdf

Il Governo di Israele ha recentemente deciso di aprire il settore dell’edilizia abitativa alla competizione internazionale nel tentativo di sopperire alle gravi carenze di abitazioni a costi contenuti. A riferirlo è Confindustria.

Obiettivo dell’azione del governo israeliano è incrementare di oltre 1 milione le unità abitative residenziali nei prossimi dieci anni, di ridurre il prezzo delle case di almeno il 20% rispetto al valore attuale, di aumentare il livello tecnologico dei metodi di costruzione, utilizzando manodopera specializzata.

A tal fine è stata lanciata una prima gara per selezionare sei imprese estere che verranno inserite in una banca dati. Le aziende, così preselezionate, potranno partecipare a futuri bandi per la costruzione di complessi residenziali.

La data limite di presentazione delle domande di ammissione alla Banca dati è stata fissata al 15 luglio prossimo. Potranno essere inviate richieste di chiarimenti all’autorità competente (all’indirizzo di posta elettronica cfp@moch.gov.il) entro il 20 maggio. Per informazioni, è a disposizione l’Ufficio Economico Commerciale dell’Ambasciata italiana a di Tel Aviv (sportellounico.telaviv@esteri.it). In allegato, la Call for proposals.

Copyright © - Riproduzione riservata
Israele apre alle imprese di costruzione estere Edilone.it