Imprese edili italiane all'estero: 120 aziende verso la Romania | Edilone.it

Imprese edili italiane all’estero: 120 aziende verso la Romania

Il 9 e 10 luglio parte la missione internazionale in Romania promossa dal Gruppo Pmi Internazionale dell’Ance. La Romania è il secondo partner commerciale dell'Italia dopo la Germania

costruzioni_romania
image_pdf

Saranno gli interventi del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni, del Primo Ministro rumeno Victor Ponta e del Presidente dell’Ice Riccardo Maria Monti ad aprire domani giovedì 9 luglio la missione per l’internazionalizzazione delle imprese italiane delle costruzioni promossa dall’Ance insieme all’Oice, l’Associazione delle organizzazioni di ingegneria e di consulenza.

La missione, guidata dal Presidente del Gruppo Pmi Internazionale dell’Ance, Gerardo Biancofiore, si concluderà venerdì 10 e vedrà incontri, a cui saranno presenti le 120 aziende partecipanti, con Ministri rumeni e i rappresentanti delle principali società del Paese.

“L’Italia – dichiara Biancofiore – è il secondo partner commerciale della Romania, dopo la Germania. Il paese offre prospettive di grande interesse per le imprese del settore costruzioni. La rete ferroviaria è in ammodernamento. Sono previsti la realizzazione di diversi aeroporti, così come interventi per il potenziamento della viabilità, delle metropolitane, delle strutture portuali. La nostra missione nasce su solide basi. La grande partecipazione delle imprese italiane oltre ad essere un segnale della vivacità del settore è un segnale del nostro interesse per la Romania”.

I campi d’azione possibile sono tanti, dall’ambiente alle infrastrutture ospedaliere, dall’edilizia residenziale a quella commerciale, dalla rigenerazione urbana fino alle azioni di riqualificazione della ricettività alberghiera.

“La Romania investirà ingenti risorse assegnate dall’Unione Europea nell’ambito della programmazione finanziaria 2014-2020. Dobbiamo saper cogliere queste opportunità”, continua Biancofiore. “Chi afferma che ormai le imprese dell’edilizia operano più all’estero che in Italia lo fa sulla base di dati di fatto. L’incidenza dell’estero sul fatturato globale è passato in questi anni di crisi dal 31 al 65%. Il problema, fino a poco tempo fa, è che questa evoluzione incideva in maniera modesta sulle aziende di piccola dimensione. Con la nostra attività stiamo cercando di cambiare profondamente questa situazione”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Imprese edili italiane all’estero: 120 aziende verso la Romania Edilone.it