Gestire le emergenze di Primo Soccorso in cantiere | Edilone.it

Gestire le emergenze di Primo Soccorso in cantiere

Le emergenze di Primo Soccorso in cantiere vanno attivate da operatori formati a intervenire. Facciamo il punto

emergenza_cantiere
image_pdf

In cantiere, quando avviene un incidente, bisogna attivare delle modalità di Primo Soccorso per prestare aiuto al soggetto infortunato, nell’attesa dell’intervento di personale specializzato e qualificato. Esso inizia con manovre mirate a mantenere in vita l’infortunato, proteggendo la persona e prevenendo complicazioni, tenendo sotto controllo l’incidente e prevede la chiamata del 118 in situazioni particolarmente gravi, descrivendo bene l’accaduto e qualsiasi altra informazione ritenuta utile, fornendo infine il corretto indirizzo del cantiere. Di tutto questo si occupano gli altri lavoratori presenti, alcuni di essi debitamente formati per affrontare autonomamente l’intervento di emergenza. Nel frattempo è opportuno predisporre lo spazio per accogliere le manovre del mezzo di pronto soccorso.

Il D.M. 15 luglio 2003, n. 388, “Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell’articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni”, classifica le modalità del Primo Soccorso a seconda della tipologia di attività svolta, del numero dei lavoratori occupati e dei fattori di rischio delle aziende ovvero delle unità produttive in tre gruppi, A, B e C.
Difficilmente le imprese che lavorano in cantiere sono di tipo C.

Per quanto riguarda la formazione degli operatori addetti al Primo Soccorso, il corso avrà una durata di 16 ore per le aziende del gruppo A e 12 per quelle del gruppo B e C, con aggiornamento triennale (modalità indicate nell’All. 3).

Per le aziende dei gruppi A e B, il datore di lavoro deve garantire la presenza in ogni luogo di lavoro di una cassetta di pronto soccorso, facilmente accessibile e ben segnalata (All. 1). Per la chiamata al Servizio di Emergenza Sanitario Nazionale deve essere previsto un mezzo di comunicazione idoneo di attivazione rapida. Per le aziende del gruppo C, basta la presenza di un pacchetto di medicazione (All. 2).

Dipendentemente dai rischi presenti sul luogo di lavoro, il contenuto minimo previsto può essere integrato da indicazioni del medico competente e del sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale per i cantieri più grandi.
All’interno dei veicoli aziendali la cassetta di primo soccorso deve avere lo stesso contenuto delle cassette primo soccorso per aziende del gruppo C.

In caso di inadempienza ai precetti previsti, la norma prevede responsabilità penali e/o amministrative in capo al datore di lavoro.

Aziende dei gruppi A e B, cassetta pronto soccorso
– Guanti sterili monouso (5 paia)
– Visiera paraschizzi
– Flacone di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio da 1 litro (1)
– Flaconi di soluzione fisiologica (sodio cloruro – 0,9%) da 500 ml (3)
– Compresse di garza sterile 10 X 10 in buste singole (10)
– Compresse di garza sterile 18 X 40 in buste singole (2)
– Teli sterili monouso (2)
– Pinzette da medicazione sterili monouso (2)
– Confezione di rete elastica di misura media (1)
– Confezione di cotone idrofilo (1)
– Confezioni di cerotti di varie misure pronti all’uso (2)
– Rotoli di cerotto alto 2,5 cm (2)
– Un paio di forbici
– Lacci emostatici (3)
– Ghiaccio pronto uso (2)
– Sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari (2)
– Termometro
– Apparecchio per la misurazione della pressione arteriosa

 

Aziende del gruppo C e tutti i veicoli aziendali, cassetta primo soccorso
– Guanti sterili monouso (2 paia)
– Flacone di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio da 125ml (1)
– Flaconi di soluzione fisiologica (sodio cloruro – 0,9%) da 250 ml (1)
– Compresse di garza sterile 18 X 40 in buste singole (1)
– Compresse di garza sterile 10 X 10 in buste singole (3)
– Pinzette da medicazione sterili monouso (1)
– Confezione di cotone idrofilo (1)
– Confezione di cerotti di varie misure pronti all’uso (1)
– Rotolo di cerotto alto 2,5 cm (1)
– Rotolo do benda orlata alta 10 cm (1)
– Un paio di forbici
– Un laccio emostatico
– Ghiaccio pronto uso (1)
– Sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari (1)
– Istruzioni sul modo di usare i presidi suddetti e di prestare i primi soccorsi in attesa del servizio di emergenza

Copyright © - Riproduzione riservata
Gestire le emergenze di Primo Soccorso in cantiere Edilone.it