Produzione nelle costruzioni - III trimestre 2006 | Edilone.it

Produzione nelle costruzioni – III trimestre 2006

wpid-costruzioni.jpg
image_pdf

Produzione nelle costruzioni – III trimestre 2006 Le costruzioni sono ancora in crescita. Nel 3° trimestre 2006, la produzione nel settore delle costruzioni è aumentata dello 0,6% rispetto ai 3 mesi precedenti e dello 0,4% rispetto al 3° trimestre del 2005. Lo si apprende dall’Istat, che, con un suo comunicato pubblicato il 21 dicembre scorso, ha diffuso le stime provvisorie relative al III trimestre del 2006, dell’indice trimestrale della produzione nelle costruzioni (IPC), riferita sia alla nuova attività sia alla manutenzione del settore.

Nel dettaglio, nel terzo trimestre 2006 l’indice della produzione nel settore delle costruzioni con base 2000=100 è risultato pari a 114,0 con una crescita dello 0,4 per cento rispetto al terzo trimestre del 2005. L’indice corretto per i giorni lavorativi ha segnato, nel medesimo confronto temporale, un aumento dell’1,8 per cento. Nel confronto tra i primi tre trimestri del 2006 ed il corrispondente periodo del 2005, l’indice grezzo e quello corretto per i giorni lavorativi hanno registrato entrambi una variazione positiva (più 2,2 per cento il primo, più 2,6 per cento il secondo). L’indice destagionalizzato è risultato pari a 122,1 con un incremento, rispetto al trimestre precedente, dello 0,6 per cento.

La produzione di tale indicatore è prevista dal Regolamento del Consiglio europeo (n. 1165/98) sulle statistiche congiunturali. Data la difficoltà di effettuare una rilevazione diretta della produzione delle imprese del settore, la metodologia utilizzata per il calcolo dell’IPC è di tipo indiretto: l’andamento dell’output viene stimato a partire da misure dell’evoluzione degli input produttivi (le ore lavorate, gli input intermedi e il capitale fisico), sulla base della funzione di produzione del settore. La stima della relazione che intercorre tra la dinamica dell’output e quella degli input del processo produttivo è effettuata a partire dai dati elementari di impresa riferiti al 2000. Per l’elaborazione corrente dell’IPC, i valori assunti dalle variabili di input in ciascun trimestre vengono calcolati ricorrendo a fonti informative diverse: per le ore lavorate si utilizzano le informazioni provenienti dalle Casse edili; gli input intermedi vengono misurati tramite un indicatore costruito a partire dal fatturato dei prodotti industriali; per il capitale si utilizza una stima basata sulle valutazioni dello stock di capitale effettuate all’interno degli schemi di contabilità nazionale.

Per il testo integrale del comunicato stampa dell’Istat, scarica il pdf:

testointegrale.pdf

Copyright © - Riproduzione riservata
Produzione nelle costruzioni – III trimestre 2006 Edilone.it