Per le macchine edili bilancio positivo nel 2012 | Edilone.it

Per le macchine edili bilancio positivo nel 2012

wpid-12582_macchinaedile.jpg
image_pdf

Il settore delle macchine edili nel 2012 è in fase positiva, trainato dai buoni risultati dell’export. Lo rivelano i dati pubblicati da Ucomesa (Unione costruttori di macchine edili, stradali, minerarie ed affini), afferente ad Anima (Federazione delle Associazioni Nazionali dell’Industria Meccanica Varia ed Affine). Siamo in una situazione di “cauto ottimismo” – si legge nella nota stampa – “accompagnato da un po’ di delusione per un risultato che, considerate le buone performances delle vendite all’estero nei primi mesi dell’anno, si sperava potesse portare a un incremento più consistente”.

Nel 2011 il fatturato è moderatamente aumentato (+5,5%), grazie alla spinta delle esportazioni, pari a circa 1,85 miliardi, con una crescita di quasi il 10% contro la situazione sempre critica del mercato domestico. Anche per il 2012 si prevede la crescita del settore, “non certo grazie al mercato domestico stimato in ulteriore diminuzione (-2,3%) ma sempre per il supporto dell’export che, a consuntivo, si spera possa eguagliare il buon risultato del 2011” secondo Luca Turri, Presidente Ucomesa, che sottolinea il grande valore dimostrato dalle “piccole e medie imprese, alle quali va reso il grande merito di aver saputo trovare la forza e le risorse per competere, anche con aziende ben più grandi e strutturate, sui mercati internazionali”.

I Paesi dove l’export italiano di macchine edili ha registrato un aumento più rilevante sono: Stati Uniti (+52%), Francia (+36%), Turchia (+47%), Russia (+86%) e Germania(+16%). “Singolare”, rileva Ucomesa, “l’incremento dell’export verso la Romania (+259%) e la Colombia +(86%)”.

Sul fronte occupazionale, comunque, la situazione resta difficile: dopo la diminuzione del 10% registrata nel 2009 e l’ulteriore leggera flessione (-1,5%) nel 2010, cala ancora nel 2011 di oltre il 6%, nonostante l’ampio ricorso alla Cig.

V.R.

Copyright © - Riproduzione riservata
Per le macchine edili bilancio positivo nel 2012 Edilone.it