Per il recupero delle periferie romane arrivano 110 milioni | Edilone.it

Per il recupero delle periferie romane arrivano 110 milioni

wpid-21726_corviale.jpg
image_pdf

Ripartono i Programmi di recupero urbano (Pru) destinati alla riqualificazione delle periferie, istituiti con la legge 493 del 1993 e adottati da Comune e Municipi all’inizio degli anni 2000. La giunta capitolina ha infatti deciso di rimodulare gli 11 interventi previsti dal 2001 e fermi da anni, che oggi riguardano 9 Municipi, con una popolazione residente complessiva di circa 440.000 abitanti.

Si tratta di un insieme di opere finalizzate alla realizzazione, manutenzione e ammodernamento di urbanizzazioni primarie, con particolare attenzione ai problemi di accessibilità – strade, fognature, rete idrica, illuminazione, spazi verdi -, oltre che al completamento e integrazione di urbanizzazioni secondarie – scuole materne e dell’obbligo, asili nido, mercati rionali -. I programmi riguardano anche l’arredo urbano, la manutenzione ordinaria e straordinaria, il restauro e la ristrutturazione degli edifici.

I Programmi di recupero urbano di Roma sono: Fidene-Val Melaina (III Municipio); San Basilio (V Municipio); Tor Bella Monaca (VI Municipio); Acilia-Dragona (X Municipio); Laurentino (IX Municipio); Corviale (XI Municipio); Magliana (XI Municipio); Valle Aurelia (XIII Municipio); Palmarola – Selva Candida (XIV Municipio); Primavalle – Torrevecchia (XIV Municipio); Labaro-Prima Porta (XV Municipio). Il riavvio dei Programmi consentirà quindi nei prossimi mesi la riapertura di alcuni cantieri. I Municipi saranno infatti invitati a indicare le priorità degli interventi più urgenti da avviare.

Copyright © - Riproduzione riservata
Per il recupero delle periferie romane arrivano 110 milioni Edilone.it