Panama: parte ampliamento del canale per il 2014 | Edilone.it

Panama: parte ampliamento del canale per il 2014

wpid-Canale-Panama.jpg
image_pdf

Con un’esplosione di quasi 14 tonnellate di dinamite, lo scorso 4 settembre è stato dato il via alle opere per l’ampliamento del Canale di Panama. Saranno necessari circa 4 miliardi di euro e 7 anni di lavori affinché possano transitarvi anche le cosiddette “Post-Panamax”, le meganavi da 10mila container.

L’ampliamento prevede la costruzione di un terzo corridoio di transito parallelo ai due già esistenti, ma più grande. Con la conclusione dell’opera, attesa per il 2014, il canale festeggerà al contempo l’ampliamento e il centesimo compleanno.

L’ospite d’onore della cerimonia per la posa della prima pietra, organizzata dal presidente di Panama Martin Torrijos, è stato Jimmy Carter, l’ex presidente americano che nel 1977 firmò i trattati di trasferimento della sovranità del canale alle autorità panamensi.

Il Canale di Panama unisce l’Oceano Atlantico a quello Pacifico ed è lungo ottanta chilometri con una profondità minima di dodici metri. Vi transita il 63% delle merci che entrano ed escono dai porti americani e il 23 % di quelle in movimento dai porti cinesi.

Furono gli Stati Uniti a iniziare la costruzione del canale nel 1904, con un progetto ideato dai francesi. I lavori durarono dieci anni: costarono la vita a migliaia di operai ed un patrimonio incalcolabile agli americani. Per la realizzazione dell’opera, milioni di tonnellate di terra e roccia furono asportate al fine di collegare l’oceano Atlantico con l’oceano Pacifico.

Copyright © - Riproduzione riservata
Panama: parte ampliamento del canale per il 2014 Edilone.it