Inquinamento acustico a causa di servizi pubblici e autorita' del sindaco | Edilone.it

Inquinamento acustico a causa di servizi pubblici e autorita’ del sindaco

wpid-414_inquinamentoautostradasentenza.jpg
image_pdf

In materia di inquinamento acustico, in base al disposto normativo di cui all’art. 9, comma 1, della legge n. 447 del 1995, si prevede la possibilità di emanare ordinanze contingibili ed urgenti in caso di eccezionali ed urgenti necessità relative alla tutela della salute pubblica o dell’ambiente.

Tale potere viene riconosciuto a determinate Autorità (quali il sindaco, il presidente della provincia, il presidente della giunta regionale, il prefetto ecc.) secondo le competenze di ciascuno. Tra tali Autorità vi è anche il presidente del Consiglio dei Ministri, quale autorità cui spetta in via esclusiva la competenza relativa ai servizi pubblici essenziali, tra cui rientra, di certo, la gestione del servizio attinente alla rete autostradale. Ne deriva, dunque, che il potere di ordinanza riferito al contenimento dell’inquinamento acustico derivante da tale servizio appartiene esclusivamente al Presidente del Consiglio dei Ministri, con conseguente illegittimità delle eventuali ordinanze emanate in siffatta ipotesi da altre Autorità.

 Leggi il testo integrale della Sentenza

Copyright © - Riproduzione riservata
Inquinamento acustico a causa di servizi pubblici e autorita’ del sindaco Edilone.it