Centrali di acquisto, la guida Itaca per la razionalizzazione | Edilone.it

Centrali di acquisto, la guida Itaca per la razionalizzazione

Un documento redatto da Itaca e approvato dalla Conferenza delle Regioni fa chiarezza sulle norme in materia di centrali di acquisto

wpid-26207_cantiere.jpg
image_pdf

In materia di centrali di acquisto nel corso degli ultimi anni sono state emanate una miriade di norme a livello locale, spesso sovrapposte e confuse. Basti pensare ai vari ruoli e funzioni di Stazioni Uniche Appaltanti (Sua), centrali di committenza, associazioni, unioni e consorzi di comuni, soggetti aggregatori, centrali regionali di acquisto. Un quadro difficoltoso e disomogeneo per il quale più volte il legislatore ha chiesto uniformità, spesso invano.

Per fare chiarezza la Conferenza delle Regioni ha approvato un documento redatto da Itaca, l’Istituto per l’innovazione e la trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale, recante: “Elementi guida per l’attuazione degli obblighi di aggregazione della domanda pubblica di cui al decreto legge n. 66 del 2014”.

Elaborata dal Gruppo di lavoro interregionale “Centrali di committenza”, coordinato dalla Regione Umbria, la guida punta a orientare le stazioni appaltanti e gli operatori economici sulla riorganizzazione e razionalizzazione della committenza pubblica di lavori, servizi e forniture.

La guida è scaricabile a questo link. Insieme alla guida, è fornita anche una tabella di ricognizione dei soggetti aggregatori regionali istituiti ai sensi dell’art.9 del D.L. 66/2014.

Copyright © - Riproduzione riservata
Centrali di acquisto, la guida Itaca per la razionalizzazione Edilone.it